C'era una volta lo scalpellino: presentazione del documentario a Tonezza

 

Presentazione ufficiale del Film Documentario  per la regia di Stefano Bortoli domenica 22 aprile 2012 presso il Palacongressi di Tonezza del Cimone.

Alle ore 10.00 accoglienza degli ospiti e a seguire discorso introduttivo del prof. Giovanni Matteo Filosofo che ha presentato il film e le opere di Paolo Pettina'.

La parola è poi passata al Sindaco Amerigo Dalla Via che ha salutato i presenti e ringraziato tutte le persone che hanno collaborato alla realizzazione del film. E' seguita subito dopo la proiezione con una breve premessa da parte del regista Stefano Bortoli.

Il filmato narra la vita quotidiana degli scalpellini di Tonezza agli inizi del secolo scorso, le riprese sono state effettuate in Paese e in alcune città della Francia dove è avvenuta una commovente intervista all'artista scultore Orlando Longhi, l'ultimo degli scalpellini di Tonezza. Quest'ultimo racconta la sua vita e come, assieme al fratello Guido, arrivò in Francia nel dopoguerra da povero emigrante diventando poi un importante artista.

Il documentario,creato in due anni ed è ora distribuito in dvd. In sala erano presenti anche i figli dei fratelli Longhi, Tom Perry e il Coro Azzurri Monti che ha intonato alcune canzoni.

Il Sindaco Dalla Via ha consegnato delle targhe di riconoscimento con lo scoprimento di due sculture donate dalle famiglie di Guido e Orlando Longhi al Comune di Tonezza del Cimone.Gli invitati hanno infine potuto visitare la mostra “Aspettando il Museo” di Paolo Pettina' e degustare la patona offerta dagli albergatori di Tonezza. Alle ore 16.00 infine il film è stato proposto al pubblico.

Lo scalpellino ritrovato. Il C´era una volta da film

Il loro nome, finora custodito nella pietra bianca e rosata estratta dal banco roccioso, sagomata, lavorata, scolpita, lisciata o bocciardata con mani pazienti e sapienti, sarà tra breve ricordato dal film-documentario C´era una volta lo scalpellino, dedicato a quegli antichi tonezzani capaci un giorno di trasformare un duro lavoro in arte, grazie ad abilità non comuni, perfino esportate oltralpe. Maestri-scalpellini, lavoranti, apprendisti tutti purtroppo scomparsi, assieme ad un mestiere dalla storia plurisecolare, repentinamente declinato, fino a scomparire dopo la metà del secolo scorso, soppiantato dalla "moderna" civiltà industriale che alla pietra scalpellinata a mano sostituì il cemento armato e il cotto.

stefano_bortoli

Leggi tutto: Lo scalpellino ritrovato. Il C´era una volta da film

Veneto Film Tour

Dall’11 aprile al 2 maggio nelle sale del Veneto una rassegna di opere cinematografiche per raccontare il territorio regionale con un linguaggio innovativo e lo sguardo di giovani autori

La Regione Veneto per il Cinema di Qualità, dedica quattro settimane al cinema nato sul territorio veneto e capace di raccontarlo con un linguaggio innovativo e lo sguardo di giovani autori. Dall’11 aprile a 2 maggio parte Veneto Film Tour prima edizione di una rassegna cinematografica, che ha come filo conduttore di opere realizzate da autori veneti, prodotte da case di produzione venete o che abbiano un qualche legame stretto con il territorio regionale. Nove appuntamenti, che coinvolgeranno le sale d’essai di Padova, Belluno, Verona, Vicenza, Montebelluna ed Este, a cui saranno presenti in sala i registi. Costo d’ingresso di 4 euro.Veneto Film Tour è più di una semplice rassegna. L’obiettivo è quello di crescere e creare col tempo una vera e propria rete di distribuzione per opere indipendenti, sfruttando le potenzialità delle numerose sale cinematografiche presenti nelle città e in provincia. Veneto Film Tour è un progetto della Regione del Veneto realizzato in collaborazione con l’associazione Veneto Film Festival che ha curato l’organizzazione e i contenuti artistici e la Federazione Italiana Cinema d’Essai finalizzato a far conoscere, attraverso il cinema, aspetti del territorio, memorie, tradizioni e storie che hanno contribuito a definire e plasmare la cultura del Veneto contemporaneo.

Leggi tutto: Veneto Film Tour

"Ci servirà una Film commission"

Niente “Veneto film commission”, per ora: il Consiglio veneto ha stralciato la norma che voleva lanciare la nuova realtà. Ma il vicepresidente Zorzato non demorde: «Stiamo solo cercando di dare una risposta a una richiesta che è giunta dalle “Film comission” già presenti a livello provinciale a Padova, Treviso, Rovigo e a Vicenza, dove sono molto attivi. Non si tratta di creare qualcosa di nuovo ma di coordinare le loro attività dando loro la possibilità di agire a livello regionale, proprio come ci hanno chiesto, lo ripeto, i nostri stessi interlocutori. In Consiglio hanno obiettato che esiste già una legge che istituisce il Centro di produzione veneto: i “capannoni” per girare film, per intendersi. Cosa ben diversa da un´attività di “film commission” che aiuta le produzioni a girare qui in Veneto, che resta il nostro primo obiettivo da raggiungere».

Fonte Il Giornale di Vicenza, 3 aprile 2012

Cerca nel sito

Dove siamo

MappaVicenzaItalia-small

Traduttore automatico

itfrdehiptrues