Fondo Regionale 2012 per l'audiovisivo

regione_veneto

  •  
  • In data 18 maggio 2012 è stato pubblicato il bando relativo all’assegnazioni di contributi a valere sul Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo per l’anno 2012.

     

    Testo o Estratto Bando di Gara

    TITOLO COMPLETO
    Approvazione delle modalità per la presentazione delle domande e dei criteri di valutazione per l'erogazione del Fondo regionale per il cinema e l'audiovisivo. Legge regionale 9 ottobre 2009, n. 25 art. 19. Esercizio finanziario 2012.

    DESTINATARI
    Case di produzione nazionali ed estere e case di produzione con sede nel veneto.

    NORMATIVA DI RIFERIMENTO
    Legge regionale 9 ottobre 2009, n. 25 art. 1.

    FINALITA'
    Favorire azioni mirate alla crescita e alla qualificazione tecnica degli operatori del sistema cinematografico e audiovisivo della regione con particolare riguardo allo sviluppo delle nuove tecnologie; promuovere iniziative dirette ad attrarre nella regione produzioni cinematografiche e audiovisive, nazionali e internazionali; promuovere e sostenere le imprese di produzione cinematografica e audiovisiva con sede nel Veneto, quale fattore rilevante per la valorizzazione economica delle risorse culturali e ambientali della regione.

    Leggi tutto: Fondo Regionale 2012 per l'audiovisivo

    Tax Shelter - Detassazione degli utili

    Le disposizioni sul tax shelter permettono la detassazione degli utili di impresa con la possibilità di beneficiare di uno scudo fiscale, per la parte di utili investiti nella produzione e nella distribuzione cinematografica. Tax credit e tax shelter non sono cumulabili in riferimento alla medesima opera filmica.

    Attualmente possono beneficiare della detassazione le imprese di produzione cinematografica (decreto 7 maggio 2009 “tax shelter produttori”).

    Il beneficio è richiesto nella dichiarazione dei redditi relativa all’esercizio cui si riferiscono gli utili accantonati, e spetta a condizione che il nulla osta di proiezione in pubblico (cd. “visto censura”) del film oggetto dell’istanza di “tax shelter”, sia richiesto entro 18 mesi dalla data di approvazione del bilancio cui si riferiscono gli utili investiti.

    Riconoscimento requisiti per i produttori
    Per accedere alle agevolazioni fiscali, le imprese di produzione devono chiedere alla direzione generale per il Cinema il riconoscimento dell’eleggibilità culturale dei film prodotti. I film in oggetto sono sottoposti a un test di eleggibilità che ne assicura la matrice culturale italiana o europea (tabella A del decreto 7 maggio 2009). Viene effettuata una specifica istruttoria tecnica, ricorrendo se necessario al parere della Commissione per la cinematografia.

    Richieste e Procedure
    Per accedere alle agevolazioni fiscali i soggetti interessati devono inviare o consegnare la richiesta alla direzione generale per il Cinema, compilando l’apposita modulistica.
    L’ufficio responsabile del procedimento è il Servizio II Produzione cinematografica, tel. 0667233248.
    Funzionario addetto Giorgio Squitieri tel. 0667233225 giorgio.squitieri@beniculturali.it.
    Per il tax credit digitale: Leonilde De Cinque tel. 0667233251 leonilde.decinque@beniculturali.it.

    Moduli per Tax shelter

    Produzione e promozione, ripristinati i contributi 2011

    Con la pubblicazione dei decreti ministeriali 7 giugno 2011 nella Gazzetta Ufficiale 31 agosto 2011, n. 202, sono ripristinati per l’anno in corso i contributi per la produzione e la distribuzione e per la promozione cinematografiche, previsti rispettivamente dal decreto 12 aprile 2007 e dal decreto 28 ottobre 2004 e successive modificazioni. La loro efficacia era stata sospesa con decreti del 30 dicembre 2010. La pubblicazione completa l'iter dei due provvedimenti di ripristino, anche se la registrazione da parte della Corte dei Conti, avvenuta il 20 luglio, aveva già consentito lo svolgimento delle sedute deliberative della commissione per  la Cinematografia nelle giornate del 2 e del 3 agosto. Qui sotto i due decreti, consultabili in questo sito internet anche nella sezione Normativa – Normativa statale.

    Tax credit digitale

    Le disposizioni sul tax credit - credito d’imposta prevedono la possibilità di compensare debiti fiscali (Ires, Irap, Irpef, Iva, contributi previdenziali e assicurativi) con il credito maturato a seguito di un investimento nel settore cinematografico. Destinatari sono le imprese di produzione e distribuzione cinematografica, gli esercenti cinematografici, le imprese di produzione esecutiva e post-produzione (industrie tecniche), nonché le imprese non appartenenti al settore cineaudiovisivo associate in partecipazione agli utili di un film dal produttore di quest’ultimo.

    5. Tax credit digitale

    Gli esercenti di sale cinematografiche possono beneficiare di un credito d’imposta pari al 30% delle spese complessivamente sostenute per:
    • acquisto di apparecchi di proiezione e riproduzione digitale
    • acquisto impianti e apparecchi per la ricezione del segnale
    • formazione del personale
    • ristrutturazione e conformazione delle cabine di proiezione e degli impianti.

    Il massimale annuo di credito per ciascuno schermo è pari a 50 mila euro.Il beneficio è concesso nel rispetto delle soglie previste dall’Unione europea per gli aiuti di Stato, ovvero 200 mila euro complessivi nell’arco degli ultimi tre esercizi finanziari. Se la richiesta di beneficio è stata effettuata entro il 31 dicembre 2010 e comunque per costi sostenuti non prima di giugno 2009, la soglia è elevata a 500mila euro. Se le spese sono sostenute con riferimento a multisale da 5 a 10 schermi in comuni con più di 50mila abitanti o in multisale con più di 10 schermi ovunque ubicate, il credito d’imposta spetta a condizione che l’impresa si impegni a rispettare un obbligo di programmazione, articolato nei successivi 3 anni, di film nazionali ed europei rispondenti ai requisiti di eleggibilità culturale di cui al “tax credit produttori”.

    Riconoscimento requisiti per le imprese di esercizio
    Per beneficiare delle agevolazioni fiscali, le imprese di esercizio devono fare l’apposita richiesta alla direzione generale per il Cinema allegando la documentazione relativa alle spese per la digitalizzazione. L’ufficio effettua l’istruttoria tecnica e la direzione generale adotta il provvedimento di riconoscimento dell’agevolazione.

    Richieste e Procedure
    Per accedere alle agevolazioni fiscali i soggetti interessati devono inviare o consegnare la richiesta alla direzione generale per il Cinema, compilando l’apposita modulistica.
    L’ufficio responsabile del procedimento è il Servizio II Produzione cinematografica, tel. 0667233248.
    Funzionario addetto Giorgio Squitieri tel. 0667233225 giorgio.squitieri@beniculturali.it.
    Per il tax credit digitale: Leonilde De Cinque tel. 0667233251 leonilde.decinque@beniculturali.it.

    Moduli per Tax Credit Digitale

    Cerca nel sito

    Dove siamo

    MappaVicenzaItalia-small

    Traduttore automatico

    itfrdehiptrues

    Chi è online

    Abbiamo 49 visitatori e nessun utente online

    vicenza-e-cuore-del-veneto

    vicenza-patrimonio-unesco

    Visita www.vicenzae.org,
    il portale turistico di Vicenza
    e della sua provincia.

    Contattaci

    Consorzio Turistico Vicenza è
    Via Montale 25, 36100 Vicenza - Italy

    Telefono: +39 0444 99 47 70
    Fax: +39 0444 99 47 79

    Web: www.vicenzafilmcommission.com

    Pagina Facebook