CIAK IN CITTA’ PER IL FILM "MANCINO NATURALE" CON CLAUDIA GERINI

CIAK IN CITTA’ PER IL NUOVO FILM CON CLAUDIA GERINI DEDICATO AL MONDO DEL CALCIO GIOVANILE E AL MITO DI PAOLO ROSSI

Il Comune di Vicenza organizza martedì 27 ottobre una conferenza stampa a seguito dell’inizio delle riprese del film “Mancino Naturale”

Emma Film con Rai Cinema ha scelto Vicenza per le riprese del nuovo lungometraggio del regista Salvatore Allocca che saranno anche girate in città, grazie alla collaborazione di Comune, Vicenza Film Commission ed al sostegno della Regione del Veneto.

All’incontro, oltre al produttore, saranno presenti gli attori Claudia Gerini, Francesco Colella e Katia Ricciarelli con il giovane Alessio Parinelli.

Con il Sindaco Francesco Rucco e il direttore generale del L.R. Vicenza Paolo Bedin parteciperanno i rappresentanti della produzione Daniele Esposito e di Vicenza Film Commission Vladimiro Riva.

 

Contatti & Info: info@vicenzafilmcommission.com

Francesca Michielin incanta da Bassano al Concertone del 1° Maggio

Dalla terrazza di  Palazzo Sturm a Bassano, Francesca Michielin ha cantato la sua Cheyenne al cospetto del  “King Kong Rhino” di Li-Jen Shi durante il concertone del 1 maggio in onda su Rai 3.

Le riprese sono state effettuate a Bassno domenica 26 aprile con l'assistenza di ViFc. 

 

 

1m2020  1m2020c

1m2020b

PUBBLICATO IL BANDO - Regione del Veneto: Bando per l'erogazione di contributi a favore della produzione cinematografica e audiovisiva

BANDO

La domanda di sostegno potrà essere presentata: dalle ore 10.00 del 02 aprile 2020 alle ore 15.00del 15 giugno 2020.

 

È stato prorogato il termine per la presentazione delle domande:

dalle ore 15.00 del 15 giugno 2020 alle ore 15.00 del 30 giugno 2020

 

Le risorse finanziarie complessive previste per il presente bando ammontano a Euro 5.000.000,00 (cinquemilioni,00) di cui:

*Euro 4.000.000,00 (quattromilioni,00) per opere afferenti alle categorie SERIE TELEVISIVE e FICTION;

*Euro 500.000,00 (cinquecentomila,00) per opere afferenti alla categoria ANIMAZIONE ed

*Euro 500.000,00 (cinquecentomila,00) per opere afferenti alle categorie DOC e SHORT. 2.2

Eventuali risorse finanziarie residue rispetto alle tre tipologie d’intervento di cui al comma precedente, saranno destinate, in via prioritaria e fino ad esaurimento delle risorse di ciascuna tipologia, a favore delle produzioni ammissibili presentate nell’ambito delle categorie SERIE TELEVISIVE e FICTION, ANIMAZIONE, DOC e SHORT.

Le attività di produzione interessate dall’agevolazione devono essere realizzate e localizzate nel territorio della regione Veneto.

 

I progetti di realizzazione delle opere audiovisive alla data di presentazione della domanda di contributo, devono possedere i seguenti requisiti:

  • a. avere una copertura finanziaria minima, dettagliata come segue:

- 50% del costo della copia campione1 nel caso di progetti afferenti alle categorie SERIE
TELEVISIVE, FICTION e ANIMAZIONE;


- 25% del costo della copia campione nel caso di progetti afferenti alle categorie DOC e
SHORT;

  • b. nel caso di progetti afferenti alle categorie SERIE TELEVISIVE, FICTION e ANIMAZIONE essere oggetto di un contratto di distribuzione o un deal memo per la distribuzione con un distributore e/o un broadcaster e/o una piattaforma SVoD o VoD. Non saranno ritenute ammissibili lettere di interesse;
  •  c. prevedere una spesa minima ammissibile sul territorio della regione Veneto:
    - di Euro 200.000,00 nel caso di progetti afferenti alle categorie SERIE TELEVISIVE, FICTION e ANIMAZIONE;
    - di Euro 20.000,00 nel caso di progetti afferenti alle categorie DOC e SHORT.

 

Tutti i documenti sono consultabili e scaricabili a questo

link diretto: SITO REGIONE DEL VENETO

Bassano al Cinema: "Villetta con ospiti" di Ivano de Matteo

Ventiquattr'ore per raccontare una splendida famiglia borghese e una ricca cittadina del nord Italia. Di giorno le nostre signore e i loro mariti ostentano pubblica virtù ai tavolini dei caffè. Poi, di notte, la commedia scivola nel noir ed esplode il lato oscuro della provincia in un susseguirsi di meschinità e violenze. I sette vizi capitali incarnati dai sette protagonisti si palesano ai nostri occhi quasi con innocenza. Nessuno è accusabile di nulla anche se, tutti insieme, si macchieranno del peggiore dei peccati.

Il film Villetta con ospiti, diretto da Ivano De Matteo, è distribuito da Academy Two.

Data di uscita giovedì 30 gennaio 2020.

Fonte https://www.mymovies.it/film/2020/villetta-con-ospiti/news/uscita/

 

Tutti gli esterni del film sono stati girati a Bassano del Grappa.

 

Le location del film:

Piazza Castello Ezzelini 

Area di sosta di fronte a Villa Ca' Rezzonico

Piazza Garibaldi

Bar Danieli

Casa Betania

 

villetta 1

villetta 2

villetta 3

villetta 4

 

 

Buon Compleanno Commissario Pepe

collagepepe

In collaborazione con IL GIORNALE DI VICENZA 


Il "vicentino" Tognazzi a Venezia 50 anni dopo. Nel 1969 Scola girava tra Vicenza e Bassano "Il commissario Pepe"


Il 24 settembre di cinquant’anni fa usciva sugli schermi italiani “Il commissario Pepe”, per la regia di Ettore Scola, con Ugo Tognazzi e Silvia Dionisio. Si tratta di uno dei film più famosi e importanti mai girati a Vicenza e a Bassano (con qualche scena anche a Povolaro di Dueville), mai nominate, fuse idealmente nel Comune di “Castelnuovo” ma perfettamente riconoscibili. Per festeggiare la ricorrenza, nello spazio della Regione Veneto al Lido di Venezia in occasione della 76ma Mostra del cinema, Vicenza film commission ha organizzato un evento in collaborazione con Il Giornale di Vicenza. “Buon compleanno commissario Pepe” il titolo dell’evento, moderato da Alessandro Comin. Sono intervenuti Vladimiro Riva e Roberto Astuni di , l’assessore Stefania Amodeo in rappresentanza del Comune di Bassano del Grappa e l’attrice Monica Vallerini alla presenza dell'assessore Regionale Giampaolo Bottacin in rappresentanza della giunta regionale e del presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti". Proiettate foto di scena e le pagine de Il Giornale di Vicenza dell’epoca delle riprese, che furono effettuate tra gennaio e marzo 1969, e un videosaluto di Gianmarco Tognazzi, figlio di Ugo, che ha elogiato l’iniziativa.

 
 
 

 
Il Commissario Pepe è un classico esempio della commedia all’italiana amara e fustigatrice che ebbe in Scola uno dei più acuti maestri. Il regista si ispirò liberamente al romanzo omonimo del veneziano Ugo Facco De Lagarda, uscito qualche anno prima. Lo scrittore era stato incaricato di scrivere il libro dall’editore Neri Pozza che voleva “una storia cattiva” pensando proprio alla sua città. Nemmeno nel libro Vicenza o Bassano sono nominate, ma i riferimenti sono chiari.
 
Colto e malinconico, amante del buonsenso anche nelle indagini, il Commissario Pepe si trova costretto a occuparsi di un giro di tresche sessuali che scopre sempre più vasto: coinvolge anche primari, suore, direttrici di enti benefici, presidi, esponenti della buona società e tocca anche i suoi colleghi e la sua stessa fidanzata. Invitato a fare sparire dall’inchiesta i nomi più compromettenti, decide di bruciare il fascicolo per non lasciare svergognare soltanto i cittadini comuni e di chiedere il trasferimento. Nel cast molti personaggi veneti, tra i quali Virgilio Scapin nei panni di un giovane nobile in fuoriserie frequentatore di una minorenne. Scapin, che prestò anche la sua libreria per una scena all’inizio del film, aveva già recitato in “Signore & Signori” di Pietro Germi e sarebbe comparso anche nel successivo “Il comune senso del pudore” di Alberto Sordi (dove fa l’edicolante in centro a Vicenza), realizzando così il record della partecipazione a tutte e tre le principali commedie sui vizi delle provincia veneta.
Piccole parti furono affidate anche a personale dei ristoranti in cui la troupe cenava. Numerosissimi i luoghi di Vicenza e Bassano riconoscibili.
 
Tognazzi a dieta che si scatena con il baccalà «perché tanto è pesce», ma chiede a quanti punti calorici corrisponde una porzione di polenta.
Tognazzi, tifosissimo rossonero, che indossa un kilt e va a fare visita ai giocatori del Milan in trasferta a Vicenza dopo aver vinto in Coppa Campioni a Glasgow, proprio nella settimana della fine delle riprese.
Tognazzi che in via Araceli a Vicenza, non trovando una penna, firma autografi dando strappetti a pezzi di carta.
I vigili urbani mandati a fare cordone in piazza Libertà a Bassano per evitare che il set venga invaso dagli ammiratori.
Le serate nelle migliori trattorie, dove il regista Ettore Scola mangia poco ma recluta personaggi per le particine mentre ancora Tognazzi si informa sulle ricette tipiche del territorio.
Il Comune di Bassano anticipa l' intenzione di organizzare un evento celebrativo per "il Commissario", facendo seguito a quello già svoltosi in giugno a Ca' Erizzo Luca come anticipo di Operaestate cinema. In fin dei conti, Tognazzi è un po' suo figlio adottivo: da bambino abitò per qualche mese in città con la famiglia, seguendo il padre, ispettore per una compagnia di assicurazioni.

 

3

  3

6

9

9  

16

9

 

 

ve76

 

 

Cerca nel sito

Dove siamo

MappaVicenzaItalia-small

Traduttore automatico

itfrdehiptrues

Chi è online

Abbiamo 128 visitatori e nessun utente online