Dark Lady, la prima web fiction tra spie, intrighi e accento veneto

DEA. Presentata in un hotel bassanese la spy-story tutta al femminile del regista e produttore Tiziano Tescaro
Il regista punta su bellezze e adrenalina, ha girato la prima puntata e mira a Venezia. Di Marano è la protagonista “Wan”
La locandina di “Dark Lady”| Wan Minelli, nome d´arte di Vanessa Polato, e il produttore Tescaro
Lorenzo Parolin
BASSANO
Bellezze mozzafiato e adrenalina in abbondanza sullo sfondo di intrighi internazionali. Le promette "Dark Lady" una spy-story al femminile che il regista e produttore Tiziano Tescaro ha già definito "la prima web fiction italiana". Gli ingredienti di questa primizia, presentata all´hotel Glamour di Bassano, pescano nella maniera dello spionaggio sullo sfondo della guerra civile in Siria.
E tra spie doppiogiochiste, commando paramilitari e ragazze che con le arti marziali ci sanno fare più dei monaci di Shaolin, la protagonista Wan Minelli (all´anagrafe Vanessa Polato, diciannovenne maranese) si trasformerà da agente addestrata per uccidere, a paladina dei più deboli, con buona pace dei maschi armati fino ai denti che incontrerà nel suo cammino. In poco meno di un mese di lavoro, è stato completato il primo episodio, visibile sul web. E in attesa di una trasferta in Israele, dove, secondo Tescaro «c´è già una Tv importante interessatissima al progetto», per ora la cifra è tutta veneta.
Veneti i set scelti (Schio, per cominciare, poi Bassano e il lago di Garda), venete le attrici ( una decina di ventenni passate attraverso i concorsi di bellezza), veneto il loro accento riconoscibile negli spezzoni caricati sul web.
Data la connotazione di genere è quasi inevitabile chiedere se nelle dieci puntate previste (50 mila euro il budget finora raccolto dagli sponsor) ci saranno delle concessioni all´eros. Alla voce "sensualità", però, regista e protagonista rispondono con decisione: "Niente erotismo - dice lui - né storie d´amore o baci, perché vogliamo distinguerci dalle altre fiction che si vedono in tv".
Sulla stessa linea le dichiarazioni di lei intenzionata a concedere alla macchina da presa "La mia professionalità, non il corpo", anche se, a giudicare ancora da quanto si vede in internet, alcuni passaggi incentrati su scollature e spacchi porterebbero quanto meno a ridimensionare queste affermazioni. 
Nel frattempo, tra serate promozionali e anticipazioni, la produzione ha iniziato il conto alla rovescia per il 30 agosto, giorno di presentazione di "Dark Lady" a Venezia, in concomitanza con la mostra del cinema.
«Stiamo lavorando per portare al Lido - ha scritto Tescaro in una nota diffusa mercoledì - una delle leader della resistenza siriana. Per noi sarebbe la ciliegina sulla torta e tutti i media ne parlerebbero, ma non nascondiamo le difficoltà diplomatiche e di sicurezza che ne deriverebbero. Per questo stiamo trattando con la massima segretezza».
Il Giornale di Vicenza

Il reality coreano a spasso tra Bassano e Montecchio

L´EVENTO. Le telecamere di Sbs protagoniste nell´area pedemontana

Bassano, Marostica, Lugo e Montecchio. Sono questi alcuni dei luoghi del Vicentino toccati dal nuovo reality coreano che ha fatto tappa nei giorni scorsi. Il promotore dell´iniziativa è stato l´assessore regionale al turismo Marino Finozzi, assieme a Vicenza film commission, ramo d´azienda del Consorzio Vicenzaè. Protagonista dell´evento è stata la casa di produzione televisiva Sbs, che era già stata a girare nel Vicentino negli anni scorsi. In questa occasione è stata privilegiata la nuova area turistica individuata da una recente legge regionale: quella pedemontana. Infatti il reality show “Jjak” che significa “Coppia” è stato girato in piena zona pedemontana, a Bassano, Marostica, Lonedo di Lugo e Montecchio Maggiore. Regista e produttore, Joongi Chung e Kyuhong Nam, hanno privilegiato i luoghi romantici: il ponte Vecchio a Bassano, Marostica con la disfida per la bella Lionora, la palladiana villa Godi Malinverni dove il regista Luchino Visconti ha girato il film “Senso” e i Castelli di Giulietta e Romeo, con alcune riprese anche in città a Vicenza. Sono stati 10 i protagonisti del reality, che conta su oltre 5 milioni di telespettatori.

Il reality è arrivato nel Vicentino grazie all´assessore Finozzi

Occupata la fabbrica Forall. Ma è il film di Checco Zalone

QUINTO. Ieri sono iniziate le riprese di “Sole a catinelle” nella storica azienda tessile del paese

Il protagonista era atteso per le 16, ma si è visto soltanto alle 19

I 38 gradi all´ombra dei pini marittimi hanno tenuto lontani fino al tardo pomeriggio i curiosi che ieri sono accorsi in via Filzi per assistere alle riprese di “Sole a catinelle” il nuovo film di Checco Zalone per la regia di Gennaro Nunziante. Ci hanno pensato protezione civile e agenti di vigilanza a tenere a debita distanza, in particolare, i drappelli di giovani che si erano chiamati a raccolta con sms e social network. Tutti a fotografare l´allestimento della scena esterna che ha visto impegnata la troupe - otto i camion della produzione - dalle 10 di ieri. La palma della pazienza, tra i fan di Zalone, n sono mancati i curiosi giunti da Vicenza e dall´hinterland.
La palma della pazienza e dell´abnegazione è andata a Eros Latronico, 7 anni, arrivato alle 10 da Montecchio Maggiore insieme al papà Giulio con l´intenzione di aspettare a oltranza l´arrivo dell´attore.
Cinque le scene da girare a Quinto, due delle quali all´interno della Forall, la nota azienda di abbigliamento. La scena di ieri prevedeva l´allestimento di bandiere sindacali all´uscita dell´azienda, con scritte sui cancelli e lo striscione "Fabbrica occupata".
«È la prima volta che ci prestiamo a un´esperienza di questo genere - ha affermato Manuela Miola, manager Forall - La villa padronale ha fatto da location a molti servizi fotografici, ma devo ammettere che ospitare per tre giorni un´intera troupe di un film è tutt´altra cosa». Tra i dipendenti ieri serpeggiava la curiosità ma all´uscita, dopo alcuni minuti di attesa, i lavoratori hanno preferito fare ritorno a casa. Annunciato per le 16, Zalone è arrivato alle 19: grande l´entusiasmo dei fan più fedeli e pazienti alla vista del comico pugliese che prima di tuffarsi nelle riprese si è intrattenuto con gli ammiratori per gli autografi e i saluti di rito.
Quinto continuerà a essere set cinematografico fino a domani. Anche oggi è prevista la chiusura al traffico di via Filzi, dalle 11 alle 23. Domani, invece, le riprese sono previste all´interno dell´azienda.

@ Il Giornale di Vicenza

Si accorcia l´attesa per Checco Zalone già oggi le riprese

QUINTO. Il primo ciak è stato anticipato
Cambia il programma di chiusura del tratto di via Filzi che permetterà alla troupe di lavorare al film

Sarà dato oggi pomeriggio il primo ciak delle riprese in programma a Quinto per “Sole a catinelle”, il nuovo film di Checco Zalone diretto da Gennaro Nunziante. La carovana guidata dal comico pugliese, all´anagrafe Luca Pasquale Medici, era inizialmente attesa per domani, ma per motivi organizzativi le riprese sono state anticipate di un giorno.
Così dalle 13 di oggi verrà chiuso al traffico il tratto di via Filzi compreso tra le intersezioni con via Roma e via S. Giorgio, proprio davanti al quartier generale della Forall Confenzioni. È infatti la vecchia sede della ditta tessile ad essere stata scelta come location per girare alcune scene, sia all´esterno che all´interno, del nuovo film di Zalone, che narra la vicenda di un padre meridionale che lascia il sud per emigrare a Padova insieme al figlio, tentando la carriera di imprenditore. Cambia il giorno di inizio delle riprese, ma anche il programma: la chiusura al traffico di via Filzi sarà in vigore dalle 13 alla mezzanotte di oggi e dalle 11 alle 23 di domani. La mattinata di sabato, invece, dovrebbe essere dedicata alle riprese all´interno dell´azienda. Come ha assicurato il sindaco di Quinto, Renzo Segato, i disagi per i residenti saranno minimi visto che il tratto interessato alla chiusura è lungo una cinquantina di metri. L´evento sarà una notevole cassa di risonanza per Quinto, con l´amministrazione che ha dato il patrocinio, ma non solo, come ha ribadito Segato - «oltre a portare lustro al nostro Comune è sicuramente un veicolo di promozione importante per tutto il territorio vicentino e veneto» - ed è facile ipotizzare che richiamerà tante persone, tra fan e semplici curiosi. N.G.

Cerca nel sito

Dove siamo

MappaVicenzaItalia-small

Traduttore automatico

itfrdehiptrues

Chi è online

Abbiamo 41 visitatori e nessun utente online