PAL ZILERI: LA CAMPAGNA AUTUNNO/INVERNO 17 SCATTATA DA GREGORY HARRIS A VICENZA

PAL ZILERI

 

La consapevolezza del passato può dare nuova ispirazione per il futuro. La campagna pubblicitaria Pal Zileri Autunno Inverno 2017-18 incarna appieno questa filosofia e la materializza tra le strade di una città splendida e ricca di significato.

L’ARCHITETTURA COLOR ALABASTRO DI VICENZA CONTRASTA CON LA PALETTE DI COLORI DELLA COLLEZIONE A/I17.
Pal Zileri nasce a Vicenza, una città conosciuta in tutto il mondo per il patrimonio culturale, la storia e l’architettura, elementi che costituiscono il DNA del brand stesso. Vicenza, come Pal Zileri, celebra il suo passato e la sua tradizione, ma allo stesso tempo sostiene l’innovazione e la creatività. Accanto ai celebri edifici, molti dei quali progettati e costruiti dal rinomato architetto Andrea Palladio, fioriscono le industrie del tessile e dell’acciaio; e la centenaria maestria vicentina nella lavorazione dell’oro e dei gioielli attira visitatori da tutto il mondo.
Pal Zileri enfatizza il trait d’union con la sua città natale - Patrimonio Mondiale dell'UNESCO - e la rende lo scenario perfetto della nuova campagna ADV Autunno Inverno 2017-18.

Le immagini della campagna sono state scattate dal fotografo Gregory Harris e si susseguono in un racconto senza tempo. Le linee pulite e moderne delle giacche risaltano nel contesto cittadino, in armonia con i palazzi color crema e la rigorosa architettura, mentre il fascino del passato crea un piacevole contrasto con le forme contemporanee e definite degli abiti. Il tratto distintivo di Pal Zileri risiede nella bellezza e nella qualità dei tessuti utilizzati in ogni capo. La meticolosa sartoria italiana è sempre protagonista e il risultato esprime la cura nella confezione di una giacca che può richiedere fino a 180 fasi di lavorazione.

palzileri2

Pal Zileri, come Vicenza, non si limita all’aspetto puramente estetico, ma va oltre. Sa cosa si aspetta l’uomo che indosserà i suoi capi: un uomo che predilige abiti funzionali ma dalla forma impeccabile, che guarda al futuro ma allo stesso tempo sfoggia un'eleganza senza tempo, che ama la classicità, ma non è mai fuori moda. Quest’uomo si riflette nel protagonista della campagna, il modello Andy Young, immortalato con i capi della collezione in vari momenti della giornata – dal caffè all’aperitivo, dal meeting di lavoro al tempo libero. La versatilità e il movimento penetrano nel cuore della collezione, optando per raffinate palette colore: grigio, nero e bianco ravvivati da bagliori di senape e oro; verde scuro con intense sfumature di arancio bruciato; diversi toni di blu, dal chiaro allo scuro, con inserti color porpora e bianco alabastro; contrasti di rosso vino e ardesia grigia e nera.

Il messaggio di cui la campagna AI 2017-18 si fa portavoce è forte e chiaro e rimanda a un senso di autenticità che affascina e rassicura: la storia e la tradizione rappresentano una fonte di nuova ispirazione e per questo non vanno mai rinnegate. La prorompente modernità verso cui si dirige Pal Zileri è la prova vivente del suo passato. Con il suo spirito raffinato, unico e creativo, Pal Zileri simboleggia perfettamente l’affascinante città di Vicenza.

Assistenza riprese: Vicenza film commission grazie alla collaborazione del Comune di Vicenza.

 

Di padre in figlia - LA MAPPA con le location

 location banner

La movie map con le location  della prima puntata della fiction Rai DI  PADRE IN FIGLIA

 
LE LOCATION DEL TV MOVIE

Il Ponte Vecchio di Bassano
Un bagno in Brenta a suon di musica
Un brindisi alla nuova grappa
La distilleria Franza& co. -> Distilleria Fratelli Brunello, Montegalda
La scuola di Maria Teresa
Sartoria "Cose belle" in Piazza Libertà
Fermata del bus in Piazza Terraglio
Chiesa di San Giovanni
Piazza Libertà
Prato della Valle - Da Bassano a Padova
La prima volta all'università
Casa del Sindaco
Chiesa di San Giovanni - 2^ puntata
Distilleria Franza -> Poli distillerie
Chiostro del Museo Civico
Museo Civico di Bassano del Grappa
Marostica - Franca e Jorge
Distillerie Sartori -> Distilleria Schiavo, Costabissara
Collegio di Sofia - Villa Fietta, Paderno del Grappa
Bentornata campionessa, orgoglio di Bassano
Hotel Belvedere - Hotel di Maria Teresa e Riccardo a Bologna
Giuseppe arriva a Bassano
Tribunale di Bassano del Grappa
Grapperia Nardini al Ponte

Vuoi segnalarci una location?
Scrivi a info@vicenzafilmcommission.com, grazie!

 

Proiezione pubblica a Bassano Del Grappa per la 1^puntata di "Di Padre In figlia"

“Di Padre in Figlia”: martedì 18 aprile parte su RaiUno la fiction ambientata a Bassano. E la giunta comunale, colta da entusiasmo televisivo, organizza una proiezione pubblica della prima puntata in sala Da Ponte

Un conto alla rovescia che neanche la NASA.“Di Padre in Figlia”, la fiction ambientata e girata a Bassano del Grappa, sta per raggiungere finalmente le case degli italiani.

Venite, exultemus: come già anticipato in un nostro precedente articolo martedì 18 aprile, in prima serata su RaiUno, prenderà avvio la mini serie tv che per quattro puntate racconterà la storia della famiglia di produttori di grappa bassanesi Franza.
“Collocata tra la fine degli anni Cinquanta e i primi anni Ottanta - ribadisce un comunicato stampa del Comune di Bassano -, è il racconto dei grandi cambiamenti storici dell’Italia, che hanno portato le donne a lottare per guadagnarsi le parità e i diritti civili.”
Il film tv è interpretato, tra gli altri, da Alessio Boni, Cristiana Capotondi e Stefania Rocca, per la regia di Riccardo Milani. Tra i protagonisti anche la bassanese Francesca Cavallin. Le successive puntate andranno in onda martedì 25 aprile, martedì 2 maggio e martedì 9 maggio.
Ma non è tutto: perché l'Amministrazione bassanese, colta da entusiasmo televisivo, si è inventata a sua volta l'evento nell'evento. Il sindaco Riccardo Poletto e la giunta comunale hanno infatti deciso di organizzare, per l’occasione, uno “speciale momento riservato alla cittadinanza” e proprio martedì sera, a partire dalle ore 20.30, nella sala Da Ponte del Centro Giovanile ci sarà la proiezione pubblica della prima puntata. L’ingresso alla sala è gratuito, previo ritiro dei tagliandi disponibili presso lo IAT (ingresso Museo Civico in piazza Garibaldi) a partire da lunedì 10 aprile.
“Siamo molto curiosi e orgogliosi al tempo stesso, così come lo eravamo quando prima Cristina Comencini e poi la Rai scelsero la nostra città come luogo ideale per ambientarvi questo racconto - afferma il sindaco Poletto -. La città, per tutta la permanenza della troupe ha risposto al meglio, dimostrando grande capacità di accoglienza. Un sentimento di cordialità che gli attori, il regista e tutto il cast hanno percepito dichiarando in più occasioni di essersi letteralmente innamorati di Bassano.”
“Martedì sera - conclude il sindaco - ci stringeremo con molti dei protagonisti di questa avventura, che ci ha fatti entrare per diverse settimane nel magico mondo del cinema, e sarà interessante vedere la nostra città attraverso l’occhio dei professionisti del settore. Sono sicuro che i milioni di persone che assisteranno alle quattro puntate avranno modo di conoscere la suggestione e la bellezza di Bassano.”
Da Cinecittà è tutto, a voi la linea.

fonte: Alessandro Tich
bassanonet.it

invito bassano dpif

Fondo regionale veneto per il cinema e l'audiovisivo 2017

È stato approvato il Bando per l’assegnazione di contributi a valere sul Fondo a sostegno della produzione cinematografica e audiovisiva per l’anno 2017, con scadenza 07.05.2017.

Il testo del provvedimento è accessibile al link Deliberazione della Giunta Regionale n. 346 del 22 marzo 2017 .
Il Bando mette a disposizione per l’anno 2017 uno stanziamento di 320.000,00 euro per le case di produzione nazionali ed estere. L’ammontare del contributo è strettamente legato alla spesa sul territorio e può arrivare ad un massimo del 50% della spesa prevista e sostenuta in Veneto, fino ad un massimo di 70.000,00 euro.
L’intervento intende sostenere la realizzazione dei progetti cinematografici più significativi sotto il profilo della ricaduta economica sul territorio nonché i progetti cinematografici che, per la qualità artistica e le ambientazioni, possano rappresentare una opportunità per promuovere la conoscenza di eventi che hanno segnato la storia del Veneto o per valorizzare personalità o aspetti del patrimonio artistico e culturale della regione.
Pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 35 del 7 aprile 2017, il Bando e le modalità per la presentazione delle domande e dei criteri di valutazione per l’erogazione del Fondo sono disponibili nel sito istituzionale della Regione del Veneto nelle pagine Bandi Avvisi e Concorsi al seguente link.

MAGGIORI INFORMAZIONI

 

La Vicenza FC assiste Davide Rampello per le riprese di Striscia la Notizia

striscia 2017

 Venerdì 24 febbraio sarà Vicenza la protagonista delle rubrica "Paesi e paesaggi", all'interno di STRISCIA LA NOTIZIA.

La rubrica curata da Davide Rampello porterà sul piccolo schermo Il Teatro Olimpico, Villa La Rotonda,la pasticceria Casara con le sue meringhe di antica tradizione. La troupe ha girato in città nelle scorse settimane con l'assistenza della Vicenza Film Commission e grazie alla collaborazione del Comune di Vicenza.
Riprese aeree realizzate con drone dal vicentino Alessandro Meggiolan.

“Di Padre in Figlia”: al Roma Fiction Fest l'anteprima della fiction ambientata a Bassano del Grappa

 

 

'Di padre in figlia', la lunga strada dell'emancipazione femminile

di SILVIA FUMAROLA  - LA REPUBBLICA.IT

In un arco di tempo che va dal 1958 ai primi anni Ottanta, 'Di padre in figlia' di Riccardo Milani (ad aprile si Raiuno) racconta la storia di una famiglia patriarcale in cui il potere della figura paterna viene sostituita dalle tre figlie e dalla madre. Nel cast Stefania Rocca, Cristiana Capotondi e Matilde Gioli


Una saga familiare al femminile che racconta la lunga marcia verso l’emancipazione, con un padre padrone re della grappa che sogna il figlio maschio. C’è la provincia, con i suoi riti e le sue ipocrisie, ma è soprattutto un omaggio al coraggio e alla sensibilità delle donne Di padre in figlia la serie in quattro puntate diretta da Riccardo Milani presentata in concorso al Roma fiction fest (andrà in onda su RaiUno ad aprile). Nata da un’idea di Cristina Comencini, ambientata a Bassano del Grappa, racconta la storia della famiglia Franza dalla fine degli anni 50: il padre Giovanni (Alessio Boni), rozzo, insensibile, determinato nel lavoro, a suo modo un visionario nell’immaginare le potenzialità della sua distilleria, sposato con Stefania Rocca, ignora le figlie Cristiana Capotondi e Matilde Gioli, per dedicarsi solo al lavoro e al figlio maschio.

Mix tra costume e melò, questa 'Meglio gioventù' dal punto di vista delle donne, segue le battaglie combattute in casa e fuori per i diritti civili. La scena iniziale è spiazzante e potente: Rocca, incinta, va a cercare il marito nel bordello dove incontra l’amante e minaccia di partorire lì se non torna a casa. Ma anni dopo sarà proprio la prostituta (Francesca Cavallin) che l’uomo frequentava, a diventare la sua migliore alleata. Il 68 bussa alle porte quando la figlia maggiore Maria Teresa (Capotondi) va a iscriversi, contro il volere del padre, all’Università a Padova (le immagini in bianco e nero delle contestazioni sulle note della Canzone del Maggio di De André si mescolano alla fiction) "perché nella serie entra la Storia" spiega Riccardo Milani "e senti la responsabilità quando racconti le battaglie femministe per i diritti civili, la legge sul divorzio, sull’aborto". La figlia minore, Gioli, resta incinta e la madre non vuole che segua le sue orme e si sposi senza amore. "Tieni il bambino – le dice - lo cresceremo noi in questa casa, tutti insieme, ma non ti sposare". Nel cast Denis Fasolo, Domenico Diele, Alessandro Roja, Demetra Bellina, Roberto Gudese.

Scritta da Giulia Calenda con Francesca Marciano e Valia Santella, prodotta da Angelo Barbagallo e RaiFiction, Di padre in figlia indaga sui legami tra sorelle, sulla solidarietà ma anche l’invidia, le gelosie. "Avevamo precedenti illustri come La meglio gioventù" spiega Marciano "ma il nostro romanzo è dal punto di vista femminile. Le sorelle nel nostro racconto sono molto diverse tra loro, hanno un approccio personale sulle cose, mi è venuto da pensare un po’ a Piccole donne, in cui tutte ci siamo identificate in Jo. Nella serie il contrasto è tra Elena (Gioli) che punta la propria sicurezza sulla bellezza, sul suo essere seduttiva e Maria Teresa (Capotondi), che cerca l’attenzione del padre per tutta la vita perché le riconosca la sua intelligenza senza riuscire a vederla fino alla fine. Con gli anni Elena capirà che la sua non è stata una vita vincente. Un altro aspetto che ci interessava era rappresentare un matrimonio infelice, senza amore, un percorso esistenziale tormentato. La Storia ha cambiato la vita delle nostre madri, delle nostre sorelle più grandi, ma quelli che davvero contano sono i cambiamenti interiori".

Ideata da Comencini, firmata da tre donne, questa saga che svela l’ipocrisia della provincia del nord est (come fece Pietro Germi in Signore & signori), è un romanzo dell’Italia dal 58 agli anni 80 "con risvolti sorprendenti e moderni: la prostituta che vuole saldare il suo debito e restituisce i soldi a Stefania Rocca “perché così siamo pari”, la madre che invita la figlia a crescere un figlio da sola pur di non condannarla a un matrimonio deludente" osserva Marciano. Se ci fosse stato un uomo tra gli autori, cosa avrebbe cambiato? "Un uomo avrebbe sicuramente protestato" sorride la sceneggiatrice "perché il personaggio di Giovanna Franza è troppo ignorante, troppo negativo.

Fonte: http://www.repubblica.it/

Master in Sceneggiatura Carlo Mazzacurati: Dalle parole al set

Venerdì è Open Master!
2 dicembre, Cinema MultiAstra (Padova, via Tiziano Aspetti 21) - ore 15.30

Perché una storia viene scelta da una casa di produzione e avviata alla sua realizzazione? qual è il ruolo delle Film Commission? quali sono i finanziamenti pubblici all’impresa culturale?

Il Master in Sceneggiatura Carlo Mazzacurati organizza una giornata aperta dal titolo "Dalle parole al set": un dialogo con produttori e realtà dell'impresa creativa. Nel corso dell'iniziativa gli studenti del Master presenteranno i loro lavori.

Saranno presenti i produttori cinematografici e televisivi
ANGELO BARBAGALLO,
FRANCESCO BONSEMBIANTE,
CECILIA VALMARANA

Interverranno
Fabrizio Borin (Università di Venezia), MATTADOR-Premio internazionale di Sceneggiatura
Luca Ferrario, Trentino Film Commission
Fabio Menin, Direzione Formazione e Istruzione Regione Veneto
Decimo Poloniato, Direzione Beni e Attività Culturali, Regione Veneto

 

 

Vicenza e Lonigo nel nuovo spot Maserati

 

The New Quattroporte by Maserati nelle nuove versioni GranLusso e GranSport
in Piazza dei Signori e presso la Rocca Pisana di Lonigo

 maserati1   maserati2
 

 


 
 
 
LA CURIOSITÀ. Il sogno Maserati plana in città
Lo spot si gira sotto la Basilica
Telecamere, fonici, regista e modella per un bolide da 161 mila euro
 
Stefano Ferrio
Il GIORNALE DI VICENZA,
sabato 23 luglio 2016 CRONACA, pagina 24

All'alba, il nuovo sogno palladiano è una MaseratiQuattroporte Gts. Qualcosa di molto attiguo alla O di Giotto, al sorriso della Gioconda o al David di Michelangelo nel definire il genio italico più sfacciato e indiscutibile. Ci sta anche Vicenza per esaltarlo.Maserati come un pallonetto di Roby Baggio, una colonna sonora di Ennio Morricone, una giacca firmata Giorgio Armani. Made in Italy senza freni, in grado di spiegare i 161.585 euro richiesti a listino dalla casa automobilistica modenese: profili tinta vettura, interni Ermenegildo Zegna, sedili dal dettaglio sartoriale, iconica griglia Maserati ispirata al modello Alfieri, Air Shutter a regolazione termica, cambio automatico Shyhook a otto rapporti, cilindrata spinta fino ai 3.799 cc della versione Twin Turbo a benzina. Numeri e conti che tornano scoprendo all'ora della brioche in piazza dei Signori un tourbillon di fonici, costumisti e modelle dal pallore uovo alla coque. Dalle prime luci dell'alba tutti "presissimi", come si ama dire in questi ambienti, dalle riprese in esterno del video con cui lanciare glamour ed esclusività della nuova Quattroporte, da 53 anni berlina ammiraglia della casa modenese, regina incontrastabile del lusso automobilistico. Lo spot, in lavorazione nel Vicentino per essere lanciato da emittenti di nicchia come Quattroruote Tv, prevede l'incrocio, sotto la Basilica Palladiana, di una Quattroporte Gts blu versione Gran Lusso con una Quattroporte bianca versione Gran Sport. Alla frenata all'unisono delle due berline segue l'abbassarsi dei finestrini anteriori lato passeggero. Da uno spunta la telecamera che inquadra nell'altro il sorridente primo piano di Carolina Piovano, allampanata top model piemontese dal volto rubato a un ritratto di Modigliani, e dalle lunghe gambe notoriamente contese fra i brand della biancheria intima.Sceneggiatura dello spot top secret. Il tutto girato con i tempi consoni al brizzolato aiuto regista che in moderato romanesco favoleggia di scorci a luci rosse indovinabili fra un finestrino che si alza e uno che si abbassa, secondo le stesse modalità di amici e massaie pronti a sfruttare un qualsiasi semaforo, o coda in zona scuole, per darsi appuntamento davanti a uno spritz o a un bancone frigorifero. Uno sguardo, un pensiero, un possibile rimpianto, ed è già tempo di un semaforo verde che ci proietta verso una spiaggia di Caorle o uno chalet con vista su Saint Moritz.Quando, alle 10, è ora dei primi shopping, in piazza dei Signori il set è già smontato, e la magia già svanita con il biondo chignon e la chiave inglese appesa in vita all'attrezzista Rachele, che forse nessun regista di spot scoprirà mai. Appuntamento al prossimo sogno.

CASTING per un cortometraggio

Progetto Cinema indice un primo appuntamento in programma SABATO 1º ottobre all'Hotel Best Western Tre Torri di Tavernelle, a Vicenza, dalle 14.30 alle 19.
Cerchiamo tre attrici e due attori per ruoli (drammatici) da protagonisti e co-protagonisti. Età compresa fra i 25 e 45 anni.
È possibile presentare un monologo o richiedere script delle scene a Progetto Cinema (info@progettocinema.net)

 

 

"Facciamo cinema!" al Lido di Venezia

dueville

 

DA IL GIORNALE DI VICENZA 31/8/2016


Un film sulla storia del cinema, vista attraverso gli occhi dei bambini, verrà presentato alla 73° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. La pellicola, il cui titolo è “Facciamo Cinema”, è stata realizzata dal regista rodigino Ivan Zuccon assieme a due insegnanti della scuola primaria “Don Milani” di Dueville e ai quarantacinque alunni delle classi quinte.
Il film didattico, il cui scopo è la divulgazione del linguaggio cinematografico alle nuove generazioni, verrà proiettato questa sera alle 21 sullo schermo del Busnelli Giardino Magico 2016. Dopo la proiezione nell'area culturale duevillese di via Rossi, “Facciamo Cinema” verrà presentato domenica 4 settembre nello spazio della Regione del Veneto all'Hotel Excelsior del Lido di Venezia. Dai fratelli Lumiéré a Kubrick, da Quarto Potere alla saga di Star Wars, questo film racconta la storia del cinema attraverso le sue pietre miliari, mettendo in scena una ventina di pellicole tra le più celebri. Inoltre nel mediometraggio, lungo quasi 50 minuti, compaiono, interpretate dai bambini, le principali figure artistiche, tecniche e professionali che formano la troupe, con i loro compiti e ruoli. “In un mondo popolato da immagini in movimento, conoscere le regole che stanno alla base di questa forma espressiva è più che mai essenziale”, ha affermato il regista, anche montatore e collaboratore fisso di Pupi Avati. Zuccon è stato assistente di Avati nel film “La Via degli Angeli” nel 2001.
Il rodigino è considerato uno dei principali esponenti della new wave del cinema horror italiano e ha all'attivo sette lungometraggi. “Lavorare con così tanti bambini è stata un'esperienza esaltante. Ho cercato di insegnare loro un po’ del mestiere e con meraviglia mi sono ritrovato ad imparare molte cose, specie per quel che concerne i rapporti umani, la spontaneità e la ricerca dello stupore. Questo progetto è stato possibile grazie a due insegnanti, Renata Bongiolo e Mirko Rossi, che, dopo aver affrontato in classe alcune lezioni sulla storia del cinema, hanno eseguito un lavoro esemplare sul set come scenografi, costumisti e assistenti alla regia.” Fra meno di una settimana, grazie a Vicenza Film Commission, il film verrà presentato nello spazio della Regione del Veneto all'Hotel Excelsior del Lido di Venezia in occasione della 73° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
“Tutti si sono messi in gioco dai più timidi ed introversi ai più sicuri e dinamici, con le aule che sono diventate set, le lavagne e le tende le quinte di scenografie adattate e fatte nascere dal nulla con un po' di creatività e pochi mezzi”, hanno aggiunto i docenti. “Essere protagonisti dentro le scene, nella loro preparazione e nella recitazione, ha dato ai ragazzi la reale dimensione di quali e quanti contributi sono necessari anche solo per realizzare un film a scuola, comprendendo, almeno in parte, la complessità della “macchina cinema””.
Le riprese sono iniziate lo scorso marzo e sono continuate per tre mesi in orario extrascolastico, con gli insegnanti e Zuccon che si sono messi a disposizione gratuitamente. L'ingresso alla proiezione di questa sera al Busnelli Giardino Magico sarà gratuito.

Vicenza Film Commission al Lido di Venezia

banner ve73

Mercoledì 7 settembre 2016, alle ore 15, presso lo spazio della Regione del Veneto, Hotel Excelsior – Lido di Venezia, Vicenza Film Commission presenterà le recenti produzioni cinematografiche e televisive realizzate nel Vicentino e la Biennale del Cortometraggio che avrà luogo per la prima volta a Vicenza nel 2017.

Interverranno:
FEDERICO CANER, assessore al Turismo della Regione del Veneto
VLADIMIRO RIVA e ROBERTO ASTUNI, Vicenza Film Commission
MIRA TOPCIEVA, AGENZIA MIRAPROJECT porterà la sua esperienza a seguito della collaborazione con le produzioni di “Di padre in figlia” e “Mamma o papà”
DENNIS DELLAI, REGISTA per il lungometraggio “Oscar”
LUCA IMMESI, REGISTA E PRODUTTORE per il lungometraggio “Le guerre horrende”
LUCA DAL MOLIN e VALERIO CAPRARA, per la Biennale Internazionale Del Cortometraggio


gdv2 ve73

Vicenza Film Commission invade festosamente gli spazi della Regione Veneto all’Excelsior con l’intervento di Cristiano Corazzari, alla sua 2° Mostra come assessore regionale alla cultura, compiaciuto dalla promozione del territorio compiuta dalle Film Commission (una fresca delibera ne favorirà il coordinamento), in particolare da quella vicentina diretta da Vladimiro Riva. Ammette che le difficoltà di bilancio (1/3 del consolidato dei bei tempi) ledono anche la cultura ma ribadisce che non conviene spacciare illusioni. Poco dopo Federico Caner, assessore al turismo, invidia gli investimenti trentini e spera in corposi aumenti di disponibilità per i prossimi esercizi, da gestire in sinergia con la cultura, per venire incontro alle richieste di un determinato come Riva. Il quale chiede incentivi per i giovani autori vicentini in mancanza dei quali non si fa promozione. Il giornalista-regista Dennis Dellai - 6 anni di lavorazione del suo film “Oscar” - esprime la soddisfazione per il lavoro ultimato da una folla di collaboratori, in primis la protagonista Sara Lazzaro, presente e reduce dalla trasferta americana in cui ha interpretato, in The Young Messiah, il ruolo della Madonna. Il regista Luca Immesi annuncia la postproduzione de “Le guerre horrende”, gratificato da un contributo del Ministero dei beni culturali e dal nuovo premio Leone di vetro. Giuliano Cremaschi delinea il progetto “Viaggio di Peter” ispirato alla vicenda di Stefano Pieropan, un giovane di Schio, presente all’incontro, che ha scritto della sclerosi multipla trovando così un modo per convivere con la malattia. Luca Dal Molin e il critico Valerio Caprara (anche presidente della Film Commission della Campania) annunciano che dal 3 al 13 aprile 2017 si terrà a Vicenza la 1° Biennale Internazionale del Cortometraggio. L’iniziativa, unica nel suo genere, valorizza una produzione fondamentale per la formazione degli autori e per la messa a punto di linguaggi in continua evoluzione. Dislocata in più luoghi cittadini la Biennale sarà accompagnata da eventi collaterali su cui si dovrà dare ulteriore informazione. Si proietta un trailer sui castelli di Montecchio e la connessa storia di Giulietta e Romeo (Riva: “Rapinata dai veronesi”), s’annuncia l’interesse del maestro Olmi per la storia di Paolo Orgiano, incunabolo dei Promessi sposi. E infine si mostrano immagini della serie televisiva “Di padre in figlia”, serie di 4 puntate (Rai 1) dirette da Riccardo Milani a Bassano. Roberto Astuni rivela che la lavorazione ha movimentato € 1 milione (più uno nell’indotto). L’investimento ha reso 20 volte tanto. Infine Mira Pozzato, pilasto-factotum per tutte le troupe che lavorano nel territorio, ha schierato in campo bambini e adulti selezionati nei vari casting. Il cinema nel Vicentino avrà il problema dei soldi ma non certo del materiale umano.•



Tremila in piazza per "THE GRAND TOUR"

gt gDAILY MAIL

 The trio are in the country filming their new show The Grand Tour and have enjoyed a very warm reception so far, with hundreds of people cheering and crowding around their cars yesterday as they drove through Vicenza. http://www.dailymail.co.uk/news/article-3680679/Cheers-Chris-Jeremy-Clarkson-James-Richard-Hammond-raise-glass-filming-Grand-Tour-Italy-day-admitting-chuffed-rival-Evans-quits-Gear.html#ixzz4EBOIRAK8

The star's dig at Evans came this afternoon as he, Jeremy Clarkson and Richard Hammond roared into Vicenza's main square in northern Italy to film their new Amazon show, 'Grand Tour'. When Clarkson, at the wheel of an orange Aston Martin, was asked whether he had a message for Evans, he said, ‘don’t be stupid’, and tried to grab the camera. The trio were mobbed as they drove into the city's Piazza Dei Signori. Clarkson had invited fans to join them the day before when he tweeted: 'People of Italy James Richard and I will be filming in the Piazza Dei Signori in Vicenza tomorrow at 3pm. Come along'.http://www.dailymail.co.uk/news/article-3679309/Pretty-chuffed-chuffed-James-Jeremy-Clarkson-roar-Italian-square-two-fingers-Chris-Evans-Gear-exit.html#ixzz4EBQBpwZY

THE INDIPENDENT

Clarkson also announced on Twitter the trio will be filming in the piazza Dei Signori in Vicenza, Italy. http://www.independent.co.uk/arts-entertainment/films/news/the-grand-tour-jeremy-clarkson-top-gear-car-show-amazon-prime-uk-richard-hammond-james-may-a7124576.html

MIRROR

The third member of the trio, Richard Hammond, 46, added: "A lot of bollocks about our Vicenza visit. All of it, in fact. But worst: Jeremy's car is Brown, not orange." http://www.mirror.co.uk/tv/tv-news/ex-top-gear-presenter-chuffed-8374095

HUFFINGTON POST

Hundreds of fans mobbed the trio as they drove into the main square of Vicenza in northern Italy, a chaotic scene that one of the crew dared suggest was deliberately planned as a “two fingers up” to their BBC rival. http://www.huffingtonpost.co.uk/entry/top-gear-chris-evans-jeremy-clarkson_uk_577f4b04e4b0935d4b4a7f84


Da IL GIORNALE DI VICENZA

gt1

gt2



collageGT

  

 

 

 

 

Il “Gran Tour” di Jeremy Clarkson, Richard Hammond e James May sbarca a Vicenza

Richard Hammond di “The Grand Tour” – la nuova serie tv itinerante di Jeremy Clarkson, Richard Hammond e James May – sarà a Vicenza giovedì 7 luglio, per realizzare alcune riprese del noto programma televisivo trasmesso da Amazon Instant Video, con il supporto di Comune di Vicenza e Vicenza Film Commission.

Il programma prosegue lo straordinario successo planetario di Top Gear, una delle trasmissioni di maggior successo mondiale di sempre.
Ogni episodio dello show viene girato in località sempre diverse, ricordando così l’esperienza del Grand Tour compiuto dagli aristocratici fin dal XVII secolo, che ha ispirato opere letterarie come “Viaggio in Italia” di Goethe.
Le iniziali G e T del nome scelto dal programma, condotto degli storici ex presentatori di Top Gear, si riferiscono alle vetture granturismo.


I cittadini interessati a partecipare allo show possono recarsi in piazza dei Signori verso le ore 16.00 del 7 luglio.

Ricerca comparse

 

 La casa di produzione EsperimentoCinema ricerca per alcune scene del film "Le guerre horrende" 8 comparse, residenti in provincia di Vicenza, taglia 50 circa, per impersonare un gruppo di soldati nazisti. Divise e armi le diamo noi. 

Riprese nell'alto vicentino a fine maggio/inizio giugno, impegno di un paio di giorni.

Per candidarsi o per maggiori informazioni scrivere a info@esperimentocinema.com.

 

 

 

Riccardo Milani cerca bambini e ragazzi per il nuovo film che verrà girato in Veneto

 È  iniziato lunedì 11 aprile nelle scuole vicentine il casting veneto per il nuovo film del regista Riccardo Milani, reduce dall'impegno della fiction Rai "Di Padre in Figlia" girata a Bassano del Grappa lo scorso autunno in collaborazione con la Vicenza Film Commission. Si tratta di una commedia, dal titolo provvisorio "Mamma o Papà". Il produttore, la Wildside di Roma, tramite il direttore casting Dario Ceruti affiancato da Mira Topcieva e Alessandro Pozzato del Centro Mira Project (ancora una volta talent scout per Riccardo Milani), per ricercare gli interpreti dei tre figli della coppia protagonista del film.

Per dare maggiore possibilità ai giovani aspiranti attori, sabato 16 aprile ci sarà un casting aperto presso la sede del Mira Project a Sandrigo (VI) in via Europa 2 dalle ore 14 alle 19. Si cercano:

 una ragazza dagli 11 ai 14 anni
una ragazzo dai 14 ai 16 anni
un bambino dai 6 agli 8-9 anni

I candidati si devono presentare accompagnati da un genitore – non è necessaria la prenotazione.
Non verranno presi in considerazione ragazzi di età diverse da quelle specificate.
Info: scrivere a info@miraproject.it
 

X FACTOR ARRIVA A VICENZA DOMENICA 17 APRILE

XF ONTHEROAD

 

Grazie alla collaborazione di Vicenza Film Commission e Comune di Vicenza, X Factor On The Road arriva a Vicenza.

L’appuntamento per incontrare le aspiranti pop star in vista dei prossimi casting è per domenica 17 aprile alle 11 in Piazza Biade con la produzione che sarà a disposizione fino alle 18 all’interno della Basilica Palladiana.

Anche quest’anno, il talent show di Sky Uno HD prodotto da FremantleMedia cerca talenti che abbiano 16 anni compiuti per le categorie Under uomini, Under donne, Over 25 e Gruppi. Per iscriversi all’edizione 2016, basta compilare il form online sul sito xfactor.sky.it/casting o chiamare il numero 0423 402300.

Per i gruppi e le band sono accettate unicamente le iscrizioni tramite il form online, dove occorre caricare una performance video.
X Factor On The Road è lo scouting itinerante del talent show di Sky Uno, che ogni anno gira l’Italia per incontrare i talenti canori prima dei casting.

Le puntate dedicate alle selezioni saranno in onda su Sky Uno HD il prossimo settembre. xfactor.sky.it

Al via i casting per il nuovo film di Riccardo Milani

 Lunedì 11 aprile inizierà il casting veneto, concentrato su Vicenza e provincia per il nuovo film del regista Riccardo Milani, reduce dall'impegno della fiction Rai "Di Padre in Figlia" girata a Bassano del Grappa lo scorso autunno.

Si tratta di una commedia, dal titolo provvisorio "Mamma o Papà". Il produttore, la Wildside di Roma, tramite il direttore casting Dario Ceruti, è entrato in contatto con varie scuole vicentine per ricercare gli interpreti dei tre figli della coppia protagonista. La realizzazione dei provini è stata nuovamente affidata al Centro Mira Project (con i due responsabili Mira Topcieva e Alessandro Pozzato), che oltre a provinare migliaia di ragazzi vicentini, riesaminerà le centinaia di ragazzi che ha provinato la scorsa estate per il casting di "Di Padre in Figlia".

Gli appuntamenti in questo momento sono già tutti organizzati. Eventuali novità verranno comunicate nel sito e nella pagina Facebook della Vicenza Film Commission e nel sito del Centro Mira Project http://www.miraproject.it/

Un nuovo festival del cinema del lavoro a Vicenza #wtff

Working Title Film Festival: contribuisci al crowdfunding!

È cominciata la campagna di crowdfunding (raccolta fondi online) di Working Title Film Festival - festival del cinema del lavoro, che si terrà a Vicenza dal 27 aprile al 1 maggio 2016. Il primo festival di cinema a Vicenza, e un evento nazionale sul cinema del lavoro. L'obiettivo degli organizzatori è di raggiungere 5.000 euro di contributi “dal basso” entro il 25 aprile, sulla piattaforma Eppela.

 

Info pratiche: come contribuire

Per contribuire c'è tempo fino al 25 aprile circa: per farlo ci vuole la carta di credito. Bisogna andare a questo link: https://www.eppela.com/it/projects/7542-working-title-film-festival.

Poi, cliccare sul bottone giallo "contribuisci" sulla destra e scegliere una delle modalità di contributo. Si può dare una delle somme prestabilite (fino a 100 euro) in cambio di alcune ricompense (t-shirt e borsetta di tela del festival, biglietti e abbonamenti per le proiezioni) ma anche, selezionando l'ultima opzione a fondo pagina, scegliere di "supportare il progetto senza richiedere ricompense". In questo caso si può donare anche più di 100 euro.

Inoltre i sostenitori saranno ringraziati sul sito: www.workingtitlefilmfestival.it
e sulla pagina Facebook: 
https://www.facebook.com/WorkingTitleFilmFestival

 

Cinque giorni di film, audiodoc, fotografia, dibattito

Al centro dell'evento ci sarà una selezione di film documentari, di finzione e di animazione e di narrazioni seriali di recente produzione. La scelta è stata dettata dall’alta qualità artistica e dalla capacità di affrontare il tema del lavoro con punti di vista, estetiche, stili originali.

Il festival è modulare: mette in dialogo il linguaggio audiovisivo, che avrà il suo luogo deputato al Cinema Primavera, con la fotografia e l’audiodocumentario, allestiti a Exworks, ex officina riconvertita in luogo per l’arte e il lavoro creativo. Il terzo tassello è costituito dal confronto a più voci fra le varie anime del lavoro freelance, indipendente e creativo, nella cornice del Polo giovani B55.

Working Title Film Festival è promosso da tre soggetti: le associazioni Lies, laboratorio dell'inchiesta economica e sociale, e Ispida, attiva in ambito teatrale e culturale, e Exworks, un nuovo spazio di lavoro ed espositivo per professionisti delle arti visive e del design nato presso Zerogloss design store a Vicenza.

Il video di lancio

Il lancio del crowdfunding è accompagnato da un video, interpretato dall'attore Davide Dolores, che ironizza sul mondo del lavoro precario e sulla scarsa considerazione riservata ai lavori creativi e intellettuali. Il video si può vedere in alto nella pagina della raccolta fondi:

https://www.eppela.com/it/projects/7542-working-title-film-festival

 

Perché questo progetto

«Working Title è un festival cinematografico che ambisce a ridare centralità e senso al discorso sul lavoro – spiega la direttrice artistica Marina Resta, filmmaker e ideatrice del concept del festival insieme al giornalista Giulio Todescan – Mai come in questa epoca il lavoro è pervasivo, non ha limiti di tempo né di spazio, ma allo stesso tempo mancano occasioni di riflessione e confronto sul senso che questa trasformazione produce nella vita quotidiana delle persone. Le nuove generazioni hanno assistito allo sgretolamento delle vecchie sicurezze e si affacciano a un mondo del lavoro reso frammentato e precario da crisi economica e riforme legislative. Ma la necessità di inventarsi un lavoro che non c’è può diventare la spinta a creare nuovi modelli economici, culturali e sociali in grado di trasformare la condanna della precarietà in un’opportunità. Da questi presupposti nasce l’urgenza di un appuntamento che, a partire dai film, generi momenti di confronto aperto a tutta la cittadinanza di Vicenza ma potenzialmente replicabile in altre città».

Working Title, nel gergo cinematografico, è il titolo di lavorazione di un film: «Abbiamo scelto questo nome – spiegano i promotori – per la sua ambivalenza semantica che riporta sia al tema della provvisorietà propria del lavoro di questa epoca, sia al cinema come mezzo privilegiato di racconto».

 

Contribuisci al CROWDFUNDING di WORKING TITLE FILM FESTIVAL, il primo festival del cinema del lavoro, a Vicenza dal 27 aprile al 1 maggio 2016 (clicca qui!) 

OPPORTUNITY TOUR: la Rai incontra i produttori veneti

A novembre e dicembre la Rai incontrerà i produttori e gli autori selezionati da Italian Film Commission: su 562 domande sono stati scelti 290 nuovi progetti che saranno oggetto degli incontri che si terranno in 4 città italiane.
IFC ha ricevuto 562 domande da tutta Italia: tra questi sono stati selezionati 290 progetti che saranno oggetto, nei mesi di novembre e dicembre 2015, di 4 appuntamenti di pitching in diverse città italiane, del Nord, del Centro e del Sud Italia - Bari, Ancona, Trento e Torino - durante i quali i proponenti avranno l' "Opportunità" di incontrare i rappresentanti di Rai Fiction, Rai Cinema, Rai Cultura e Rai Com.


23 i progetti veneti selezionati dalla Vicenza Film Commission - unica film commission veneta socia dell'associazione nazionale- che potranno incontrare il 4 dicembre attraverso incontri b2b i referenti dei 4 settori Rai.

Leggi tutto: OPPORTUNITY TOUR: la Rai incontra i produttori veneti

RAI FICTION A BASSANO: Di padre in figlia

12063889 432755960247512 3715753161415640241 n

 

Proseguiranno a Bassano e dintorni fino al 10 novembre le riprese della fiction Rai "Di Padre in figlia" per la regia di Riccardo Milani.

Stefania Rocca, Cristiana Capotondi, Alessio Boni,  Matilde Gioli, Francesca Cavallin nel cast.

Notizie, foto dal set e aggiornamenti sulla Pagina Facebook 

collage

 

 

Mostra del Cinema di Venezia: lo Spazio Regione Veneto

show img72miac 2015

Set vicentini protagonisti a ‪#‎Venezia72‬ presso lo Spazio della Regione Veneto all' Hotel Excelsior: si parlerà di ‪#‎Oscar‬-il film di Dennis Dellai giovedì 3 settembre alle 14, mentre il 4 settembre alle 14 sarà la volta della produzione brasiliana ‪#‎Diminuta della casa di produzione Arteon, per la regia di Bruno Saglia con Reynaldo Gianecchini. Infine, presentazione del trailer de " ‪#‎LeGuerreOrrende‬", ultimo lavoro di Esperimento Cinema, mercoledì 9 Settembre alle 18 con Luca Immesi e Giulia Brazzale.

Bici BicItalia gira a Vicenza e dintorni

bici

 

Si sono svolte nei giorni scorsi a Vicenza, Montecchio e Costozza le riprese di una puntata del nuovo programma tv BICIBICITALIA - Suggestioni televisive a pedali.

Guidati dal regista Stefano Gabriele, gli attori Valentina Olla e Federico Perrotta in sella alle loro bici conducono lo spettatore alla scoperta del territorio italiano.

Con l'assistenza di Vicenza FC e grazie alla disponibilità dell'Amministrazione Comunale di Vicenza, di Villa Valmarana ai Nani, Villa Da Schio e della Provincia di VIcenza per Valla Cordellina Lombardi una troupe di 15 persone con l'utilizzo di 3 macchine da presa e soluzioni tecnologiche all'avanguardia (drone per riprese aeree, smoothcam per riprese in movimento, microcamere HD.) ha potuto girare nelle location più rappresentative della nostra provincia.

Nella prima edizione del programma due saranno le puntate dedicate al Veneto: Soave e Vicenza.

Accordo Italian Film Comissions e Cinecittà Luce

luce

 

Il tuo film è sostenuto da una delle Film Commission italiane?
Potrai aver accesso agli straordinari materiali del Luce a costi davvero speciali

Associazione Italian Film Commissions e Istituto Luce Cinecittà, hanno siglato un accordo per incoraggiare l'utilizzo del film di repertorio e ampliare i servizi offerti alla produzione audiovisiva in Italia.
Il documento, firmato da Roberto Cicutto, Presidente di Istituto Luce Cinecittà e da Stefania Ippoliti, Presidente di Italian Film Commissions, consentirà di valorizzare il vastissimo patrimonio filmico dell'Istituto, composto da cinegiornali e documentari di produzione propria. I contenuti dell'archivio conservano la storia d'Italia dal '900 e raccontano l'evoluzione della nostra cultura, non solo cinematografica, e della nostra società: materiale straordinario, per raccontare infinite storie non solo documentarie ma anche di fiction.
L'accordo è riservato alle produzioni audiovisive sostenute dalle Film Commission che fanno parte dell'associazione IFC, e, prevede l'accesso al materiale di repertorio di Istituto Luce Cinecittà secondo condizioni economiche agevolate.

Spot tv

Lo spot tedesco del Prosecco Mionetto, girato lo scorso settembre a Vicenza:

CASTING - Agosto 2014

casting call

Una produzione straniera che girerà nella provincia di Vicenza per tutto il mese di ottobre ricerca attori.Chi pensa di avere le caratteristiche richieste è pregato di inviare il suo cv aggiornato e corredato di foto all’indirizzo: info@vicenzafilmcommission.com.

Le figure selezionate verranno invitate ad un casting che si terrà in città a fine agosto.

CAST ARTISTICO

CRISTIAN Bambino di 9/10 anni, carnagione chiara, capelli castani, occhi castani, che abbia qualche nozione nell’utilizzo di strumenti musicali a fiato.

MARCO AURELIO AQUINO Attore 55-65 anni : parlerà in italiano con accento veneto

GIOVANNI Attore  45 anni circa, sguardo sicuro, business man, ottimo speaker.  parlerà in italiano con accento veneto.

ZIO DI CRISTIAN:  attore 60 anni circa, aspetto tipico italiano,. parlerà in italiano con accento veneto

COPPIA DI CONIUGI: Una coppia di coniugi semplice, entrambi intorno alla cinquantina. Parleranno  in italiano con accento veneto

MAX: 40/45 anni, alto, barba, capelli castani, occhi castani, personalità forte, batterista. parlerà in italiano con accento veneto

UOMO CHE ABITA NELLA CASA  DI CRISTIAN 50 anni circa, alto, brizzolato,di bell’aspetto. parlerà in italiano con accento veneto

GESTORE DEL BAR CAFFÉ Uomo di 40 anni circa. parlerà in italiano con accento veneto

DIPENDENTE DEL PUB Giovane, massimo 25 anni. parlerà in italiano con accento veneto

BARMAN 25-35 anni circa, di aspetto curato. parlerà in italiano con accento veneto

ANDREA Uomo di 50-55 anni circa, prestante e giovanile. parlerà in italiano con accento veneto

STEVE - CONTRABASSISTA (JAZZ BAND) Ragazzo sui 30-35 anni, con corporatura robusta ma definita.  

PROPRIETARIO: 65 anni, di aspetto serioso.parlerà in italiano con accento veneto

CLIENTE DI CLARICE 40 anni circa, alto, non brizzolato, di bell' aspetto.

TROMBETTISTA: Uomo, 50 anni circa, carnagione scura, e che sia già un trombettista.

CAMERIERA: Donna, 45 anni circa, di aspetto comune. parlerà in italiano con accento veneto

Leggi tutto: CASTING - Agosto 2014

Vicenza sulla tv cinese CCTV

La prima di due puntate trasmesse dalla CCTV, tv di stato cinese, dedicate a Vicenza e il Veneto. La trasmissione è New Discoveries of Air Hostess ed è stata realizzata da Vicenza è in ambito al progetto regionale sulla Cina.

Palladio, angelo della bellezza

villa godi

Palladio, angelo della bellezza è il titolo del progetto della società di produzione CSC Centro Sperimentale Cinematografia di Roma e DBW Communication di Giuliano Berretta per il quale in questi giorni sono state effettuate le riprese necessarie per il trailer che sarà presentato a MipCom di Cannes a ottobre.

Ad assistere la troupe Vicenza Film Commission-Vicenzaè che ha predisposto il programma di riprese e richiesto la collaborazione dei proprietari dei principali siti palladiani dal Comune di Vicenza e di Caldogno al CISA, alla Banca Popolare di Vicenza per Palazzo Thiene, ai proprietari privati di villa Godi Malinverni, villa Valmarana Bressan, villa Pisani Bonetti e villa Saraceno.
Il progetto prevede la realizzazione di un format festival di 70 minuti, uno televisivo di 25/50 minuti e quindi una versione web di 2,30 che saranno proposti agli oltre 4.000 acquirenti provenienti da 100 paesi che parteciperanno alla prossima edizione della più importante borsa delle produzioni dei contenuti audiovisi che si terrà dal 13 al 16 ottobre nella famosa cittadina francese.
La produzione fortemente voluto dalla produttrice brasiliana Cristina Marques e dal vicentino Giuliano Berretta che, oltre a vantare il titolo di Accademico Olimpico, è anche il presidente della DBW Communication società proprietaria dei droni che nello scorso mese di marzo aveva già testato l'altissima tecnologia dei mezzi sui manufatti palladiani. Per questo trailer sono stati utilizzati anche una steady cam e una esclusiva telecamera 4k che possiede una risoluzione 4 volte superiore alla nota HD high definition, appena rientrata dalla trasferta brasiliana in occasione dei mondiali.
Il progetto è firmato da Damiano Femfert, sceneggiatore, autore, scrittore, citato da Repubblica tra i 50 promettenti drammaturgi, collabora, tra gli altri con il quotidiano tedesco Frankfurter Rundschau e per numerosi eventi artistici internazionali. Giovanissimo ma con qualificate e premiate esperienze anche il regista Tommaso Landucci già assistente di Claudio Giovannesi per Alì ha gli occhi azzurri pluripremiati al Festival di Roma, sta lavorando con il regista Luca Guadagnino per un progetto americano. Regista, autore e tecnici si sono tutti formati al Centro sperimentale di Roma.

«Revelstoke, un bacio nel vento»: una storia d'altri tempi, da Valstagna

revelstoke o

«Revelstoke, un bacio nel vento»: una storia d'altri tempi, da Valstagna al Canada, scaturita dalle lettere dimenticate in un cassetto, che sta per diventare un documentario nel quale saranno in molti a riconoscere le storie di emigrazione vissute da migliaia di persone. Spesso accade che figli, nipoti o discendenti di valstagnesi emigrati all'estero, si rechino in municipio, nel museo o in biblioteca, in cerca delle loro radici, documenti e memorie del loro passato.

La scorsa primavera il giovane regista Nicola Moruzzi, bisnipote di Angelo Conte, valstagnese, emigrato in Canada nel 1913, si presentò al Museo Canal di Brenta con una storia particolarmente emozionante, uscita dalle lettere rinvenute in un cassetto, per recuperare documenti ed informazioni.
Angelo lasciò la Valbrenta per cercare lavoro all'estero, come altri tre milioni di veneti tra il 1876 e il 1976, con la valigia di cartone, tante speranze ed il pensiero per la sua amata moglie Anna, incinta di sette mesi di Gigetta (nonna di Nicola). Fu un'avventura breve, solo trenta mesi: nell'ottobre del 1915, infatti, i suoi sogni s'infransero durante la costruzione del Connaught Tunnel, la galleria più lunga del Nord America, dove trovò la morte. Dalle lettere dimenticate affiora «la storia di Angelo che, credo, abbia molti tratti in comune con l'esperienza vissuta dalla maggior parte dei migranti - spiega il regista -. La sua corrispondenza con Anna riflette quei sentimenti che ogni emigrato prova durante il proprio imprevedibile viaggio. La disillusione delle speranze, i problemi con la lingua, la lotta per il lavoro e il desiderio di essere accettati in un mondo completamente diverso dal proprio. Allo stesso tempo le lettere raccontano la gioia del superamento delle difficoltà, le piccole vittorie quotidiane e il paesaggio circostante, che si trasforma sempre più in un luogo familiare», le strade affollate di Vancouver, il silenzio dei monti Selkirk, i boschi millenari della Columbia Britannica, il sudore dei cantieri di Glacier. Fino all'ultima lettera, scritta il giorno prima di morire: "...Sta pur tranquilla che il lavoro che tengo, se fosse pericoloso non ci starei nemmeno un giorno perché il pensiero è di vederti e di baciarti ancora e di renderti felice...". Anna e Angelo, divisi dall'oceano, non si sono mai più rivisti.

© Il Gazzettino

Il documentario Revelstoke. A Kiss in the Wind ha già il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. E' inoltre attiva una campagna di crowfunding al link : dettagli https://www.indiegogo.com/projects/revelstoke-a-kiss-in-the-wind

Deepti Bhatnagar & Arjun Bijlani explore Bassano - Italy

La produttrice indiana, già Miss India e attrice bollywoodiana, Deepti Bhatnaghar è stata ospite del Consorzio VicenzaÈ- Vicenza Film Commission  per realizzare alcune puntate del suo celebre programma di viaggi Musafir Hoon Yaron e per il nuovo progetto Global Tadka dedicato alla cucina internazionale. Pubblicata ora la prima puntata!

I tre spot video con Raoul Bova e Teresa Mannino

Raoul Bova e Teresa Mannino tornano nei borghi della provincia italiana con due nuovi spot basati sul collaudato format dell'intervista.

Da domani, i due testimonial saranno infatti a Marostica (VI) – uno dei 4300 comuni italiani coperti dalla rete veloce a 42 Mega di "3" – per chiedere ai clienti cosa pensano delle ultime novità di 3 Italia: il Samsung Galaxy S5 Unlimited Edition, e MyBusiness Unlimited, la nuova offerta Ricaricabile senza tassa per PMI e Partite Iva.

I soggetti TV dedicati ad Unlimited Edition si aprono con Teresa e Raoul nella piazza del borgo vicentino: "Il nuovo Galaxy S5 va forte"... "E con la velocità della rete 3 va fortissimo"... "Andiamo a sentire"... Intervistati dai due testimonial, i clienti raccontano a modo loro la convenienza della nuova offerta: "Pochi schei e te ciapi el massimo con l'Unlimited Edition"... "Fortissima la 3! I me ga dà el nuovo Galaxy S5 con minuti, SMS illimitati e pure 1GB di Internet"... "Il Galaxy S5 con tutto incluso a soli 30 euro. Quelli della 3 i ze fòra come i balconi", sono alcuni dei commenti forniti dai clienti. Infatti, solo con Unlimited Edition di "3" è possibile avere minuti e SMS illimitati, 1GB e il nuovo smartphone Samsung Galaxy S5 con appena 30 euro al mese.

"È arrivata la nuova Ricaricabile per il business di 3"... "Con 3 ogni business diventa unlimited"... "Andiamo a sentire"... dicono Raoul e Teresa nello spot dedicato alla nuova MyBusiness Unlimited. E ancora una volta, sono veri clienti "3" a testimoniare la loro soddisfazione: "Tutto incluso, senza tassa. Per la mia azienda è l'ideale", dice il titolare di un'impresa vinicola. "Senza limiti, senza tassa, senza problemi. Ze quel che ghe vol per lavorar", aggiunge il proprietario di un'azienda agricola. Dedicata a liberi professionisti e PMI, a soli 20 euro al mese, My Business Unlimited offre minuti e SMS illimitati e 2GB di Internet. My Business Unlimited è senza tassa di concessione governativa e i costi della fattura sono deducibili.

(..)I nuovi spot TV saranno in onda sulle principali emittenti nazionali (canali Mediaset, La7, Premium Calcio, Sky Calcio e SkyTG24). Venerdì 11 Aprile saranno on-air i primi tre soggetti da 30", due dedicati ad Unlimited Edition, uno dedicato a My Business Unlimited. Da mercoledì 16 Aprile, saranno on-air anche altri due soggetti da 15", uno per ciascuna offerta.

La campagna TV è stata realizzata dall'agenzia Arnold Worldwide Italia con la direzione creativa di Dario Mondonico e Antonio Pintér. La casa di produzione è Filmgood con la regia di Igor Borghi. La pianificazione è curata da Carat.

da http://www.mondo3.com/

 

 


Bova e Mannino a Marostica per il nuovo spot TRE

PERSONAGGI/1. Il set ieri mattina in centro storico. Stupore tra residenti e passanti

Bova a Marostica per uno spot «Affascinato da questa città»
Con lui c´è anche Teresa Mannino. «Purtroppo non è tempo di ciliegie ma ho assaggiato gli asparagi»


Un´insolita sorpresa ha accolto ieri i cittadini e i turisti che passavano per il centro città, che si sono trovati letteralmente immersi in un set televisivo-pubblicitario con protagonisti il bell´attore italiano insieme all´attrice comica e presentatrice televisiva Teresa Mannino.
Il Castello di Marostica, infatti, ha fatto da sfondo alla pubblicità itinerante di una nota azienda di telefonia (Tre). Alle riprese, che con tutta probabilità dureranno fino a oggi, fa sapere la produzione, partecipano anche attori e comparse locali. E nonostante il set blindato, Bova e la Mannino, tra una scena e l´altra, si sono concessi a qualche fan, scattando foto e firmando autografi. Lo spot si vedrà in tv tra tre settimane.
«Siamo affascinati da questa città - le parole di Bova dopo aver interpretato una scena all´entrata di Porta Bassano -. Dove ci giriamo abbiamo veramente uno sguardo ammirato di questo posto, che fa sempre più venire voglia di vederlo. Per quanto mi riguarda, non ho visitato ancora tutto. Se finiamo in tempo partiremo molto presto, altrimenti rimarremo un giorno in più, e faremo di tutto per restare qui ancora!. Mi rendo conto sempre più delle bellezze che abbiamo in Italia - ha detto l´attore -. Molto spesso noi pensiamo di fare viaggi molto lontani e, invece, a casa nostra abbiamo delle meraviglie incredibili».
Anche Teresa Mannino ha apprezzato molto la città scaligera. «Marostica l´avevo vista solo sui libri e quindi sono contenta di essere venuta - spiega -. Me la immaginavo bella, ma non così bella. E poi è primavera e quindi siamo ancora più fortunati». Ma la Mannino non è stata colpita solo dalle bellezze storiche della città murata, ma anche dalle tipicità gastronomiche del territorio. «Purtroppo non ho potuto godere delle ciliegie, ma degli asparagi sì. Devo dire che siete molto fortunati, e, forse, da donna del sud, apprezzo ancora di più di chi ci sta sempre. Comunque non vedo l´ora di mangiare i duroni… ritorneremo!». L´attrice, probabilmente, a settembre ritornerà per assistere alla Partita a Scacchi. «Oggi sono una castellana perché ho il mio camerino in un salotto del castello… Quando mi ricapita?».
© IL GIORNALE DI VICENZA 

Una troupe cinese sbarca a Vicenza per un nuovo show

LA VISITA. Questa mattina iniziano le riprese
Le telecamere di Cctv2 gireranno un programma che sarà dedicato ai luoghi più belli dell´Italia
La locandina del programma televisivo cinese
Un´altra troupe cinese in visita a Vicenza. Questa volta non si tratta di un film, ma di uno spettacolo televisivo. A darne notizie è Vicenza Film Commission che proprio nella giornata di ieri ha accolto le telecamere cinesi provenienti da Milano. 
Il programma televisivo si chiama “Le nuove scoperte delle hostess”. È curato da “Voglia d´Italia”, agenzia che collabora con una compagnia aerea per la realizzazione dello spettacolo televisivo. 
Secondo quanto raccontato proprio da Vicenza Film Commission, che ha lavorato molto per portare la troupe anche a Vicenza, le telecamere cinesi «girano 8 puntate in vari Paesi, di 30 minuti ciascuna, in cui una hostess presenta un luogo interessante. Il programma andrà in onda sul canale televisivo Cctv2 e sui voli della compagnia. Si calcola in 300 milioni il numero degli spettatori».
La troupe cinese è arrivata a Vicenza ieri dopo aver toccato Roma, Perugia e Milano. «Fino all´8 gennaio cercheremo di presentare il meglio della nostra regione. Proficua la collaborazione da tempo in essere di Vicenza con Fondazione Italia-Cina», spiega Vicenza film commission. 
Lo staff della tv cinese Cctv2, è composto da dodici persone: ci sono poi i quattro componenti dello staff vicentino. La troupe ha presentato la destinazione e il programma di riprese. Nella giornata di ieri si è recata poi a cena in un ristorante cinese. Oggi inizieranno i lavori; tempo e clima permettendo. Da Il Giornale di Vicenza 6/1/2013
 

Casting

ciak
 
 
 
Per prossima produzione sull'Altopiano di Asiago, Cinemaundici e Ipotesicinema cercano attori anche esordienti ESCLUSIVAMENTE PER RUOLI MASCHILI, di età compresa tra i 25 e i 40 anni.
Si cerca anche UN ATTORE, anche esordiente, di età compresa tra i 30 e i 40 anni che abbia uno spirito ALLEGRO, BRILLANTE, VIVACE. 
Per partecipare inviare una mail con allegato curriculum, una foto in primo piano e una figura intera, ed eventuale showreel a casting1418@gmail.com
Periodo di lavorazione dicembre-gennaio-febbraio. Saranno ricontattati solo i preselezionati.
 

La casa di produzione O'GROOVE in città


Sono venuti in città, durante la loro permanenza a Venezia, Pierpaolo Verga, produttore cinematografico indipendente e titolare di O'GROOVE e il regista Edoardo De Angelis, accompagnati da Isabella Baudo, per incontrare Vicenza film commission per proporre Vicenza quale location, con Napoli, del nuovo film Perez con Luca Zingaretti come protagonista. Le riprese sono previste per la prossima primavera.
In città hanno incontrato il presidente di Vicenza è Dino Secco con Carla Padovan.

groove

AL VIA 'PROGETTO CINA' PER CO-PRODUZIONE DI FILM ITALIANI

AL VIA 'PROGETTO CINA' PER CO-PRODUZIONE DI FILM ITALIANI

 

di Eugenio Buzzetti

Pechino, 21 giu. -
Cinema italiano e cinema cinese si uniscono in un progetto di co-produzione di durata triennale. Il "progetto Cina", per la co-produzione di film dalla doppia nazionalità, è stato presentato all'Ambasciata Italiana in Cina dal presidente dell'Anica, l'Associazione Nazionale per l'Industria Cinematografica Audiosiva e Multimediale, Riccardo Tozzi, assieme alla dirigente per la produzione, distribuzione, esercizio e industrie tecniche del ministero dei Beni Culturali, Mariella Troccoli, alla project manager di Anica, Rossella Mercurio, e al coordinatore del progetto, Giorgio Gosetti. "Questo progetto sulla Cina è l'unico su cui abbiamo creato una struttura specifica" afferma Tozzi, che definisce "eccitante" questa "sfida sostenuta da vera attenzione e spirito collaborativo dalle maggiori istituzioni cinesi".

"L'idea qualificante di questo lavoro -spiega Tozzi- sta nel modello coordinato a unico con cui finalmente il nostro cinema si propone a un mercato grande e attento alle novità come quello cinese di oggi". Tra gli obiettivi del progetto triennale, afferma ancora Tozzi, ci sono l'attrazione di produzioni cinesi in Italia, la promozione e la diffusione del cinema italiano in Cina e lo sviluppo delle attività di co-produzione e co-investimento tra le due industrie cinematografiche. "Gli accordi di questo tipo sono fondamentali -spiega Tozzi- perché permettono ai film di che vengono prodotti di avere la nazionalità di entrambi i Paesi con un riflesso economico diretto e permette di evitare le quote di film stranieri importabili in Cina".

La collaborazione tra Italia e Cina è ancora a un livello embrionale, ammette il presidente di Anica. "Con questo contratto ci aspettiamo nei prossimi dodici mesi di vedere almeno tre o quattro troupe cinesi girare film in Italia". Tozzi sottolinea anche le differenze nell'approccio al cinema tra italiani e cinesi. "Per natura siamo molto flessibili e inventivi -spiega il presidente di Anica- Dobbiamo avere la massima disponibilità a trovare un linguaggio compatibile nei due Paesi sia per le storie, che per lo stile e il modo di trattare i personaggi".

Tra i vantaggi dell'accordo, si legge in una nota, ci sono "agevolazioni fiscali e pratiche per girare in Italia, possibili location e partner per girare film in Cina, investimenti produttivi e formativi reciproci, "pacchetti" di storia del cinema italiano da proporre per la distribuzione in sala e lo sfruttamento sulle moderne piattaforme per la rete e la telefonia mobile". L'iniziativa ha incontrato il forte interesse delle istituzioni cinesi per il cinema italiano, continua Tozzi. "Ho visto un certo interesse per l'Italia in tutti i produttori che abbiamo incontrato, e c'è interesse a fare familiarizzare il pubblico cinese con modelli stranieri diversi da quelli americani, attraverso la ricerca di interlocutori alternativi come il cinema italiano". Nel 2013 Anica ha creato un desk permanente in Cina. Il progetto ha ricevuto il supporto anche dell'Ambasciata d'Italia in Cina e dell'agenzia ICE di Pechino.

 

© http://www.agichina24.it/home/in-evidenza/notizie/al-via-il-progetto-cina-per-co-produzione-di-film-italiani

Pubblicato il bando del Procida Film Festival

Il festival è aperto alla partecipazione  di:
a) Cortometraggi, web series, video musicali (videoclip) e documentari (Sezione competitiva)
b) Lungometraggi e retrospettive (Sezione non  competitiva)
Sono ammesse opere senza alcuna divisione per categorie, di ogni genere e lingua (ma sottotitolati in italiano), purché realizzati dopo il 1° gennaio 2010.
-  I cortometraggi ed i documentari dovranno avere una durata massima di 30 minuti.
-  I Video clip dovranno avere una durata massima di 5 minuti.
-  Sono considerati lungometraggi le opere oltre i 45 minuti di durata.
- La sezione web series è aperta a tutti i prodotti di fiction multipiattaforma, creati per l'  intrattenimento  via Internet, per dispositivi mobili e/o per altre piattaforme digitali non televisive.
- La sezione Retrospettive comprende le opere appartenenti ad un genere o ad un autore che siano rappresentativi della storia del cinema italiano.
L’organizzazione in accordo con la produzione/autore potrà  valutare eventuali deroghe.
2. Le opere dovranno essere inviate in DVD (si potranno valutare con l’organizzazione supporti alternativi) entro il 30 giugno 2013 alla sede del Procida Film Festival – Via Cavone, 4 – 80079 Procida (NA). Sul plico inserire la seguente dicitura “Destinato a manifestazione culturale temporanea senza
valore commerciale - Concorso Internazionale”.
3. Ogni autore potrà partecipare con un massimo di tre opere, inviate ognuna in duplice copia, con allegata la scheda di partecipazione ed il regolamento firmati per accettazione. La scheda di partecipazione deve essere inviata anche via mail in formato word.
4. Le copie inviate non saranno restituite ed entreranno a far parte dell’archivio video* del Procida Film Festival.  Le spese di spedizione sono carico dei partecipanti. Gli autori delle opere in concorso si assumono la responsabilità del materiale girato.
*Le opere partecipanti al Procida Film Festival saranno catalogate per costituire l'archivio storico dell'evento. Le stesse -previo  consenso dell'autore e/o della produzione - potranno essere utilizzate per  proiezioni pubbliche per finalità educative, sociali e culturali.
5. Con l’invio delle opere, l’autore e/o la produzione autorizzano l’eventuale pubblicazione dei loro dati sul sito dell’evento, sul materiale promozionale e la diffusione agli organi di stampa a fini
promozionali.
6. Tra tutte le opere pervenute, la commissione esaminatrice designerà le opere che parteciperanno al Festival che si svolgerà dal 22 al 24 luglio sull’isola di Procida, salvo improvvisi impedimenti tecnici dovuti alle caratteristiche delle location. Gli autori/produttori delle opere selezionate riceveranno una comunicazione tramite e-mail e telefono. Le opere selezionate saranno proiettate al pubblico con la presenza di professionisti del settore.
7. La Giuria assegnerà i seguenti premi:
-  Premio Miglior Cortometraggio
-  Premio Miglior Documentario
-  Premio Miglior Web-Series
-  Premio miglior videoclip
La giuria, a suo insindacabile giudizio, potrà assegnare delle menzioni speciali. L’organizzazione potrà assumere decisioni motivate relative ad argomenti non previsti dal presente regolamento.
Ai vincitori sarà data l'opportunità di soggiornare a Procida ai fini della realizzazione di un cortometraggio o documentario ambientato sull’isola.
8. Gli autori selezionati s’impegnano ad inviare all’organizzazione in breve tempo una scheda tecnica completa del film per fini promozionali e redazionali.
9. Gli autori e/o le produzioni delle opere selezionate autorizzano la proiezione e la diffusione (tv, on-line) di sequenze delle opere per gli scopi promozionali dell’evento (fino a 50 secondi per i cortometraggi, fino a 3 minuti per i lungometraggi).
10. Ogni forma di propaganda dopo l’annuncio del programma da parte del Procida Film Festival dovrà, per esplicito impegno dei presentatori, indicare la partecipazione al suddetto evento con relativa sezione e con il logo ufficiale predisposto e fornito dall’organizzazione. Le opere vincitrici di un premio dovranno riportare altresì l’indicazione del riconoscimento ottenuto secondo la grafica ufficiale predisposta e fornita dall’organizzazione del PFF.
11. Gli autori e/o altri membri della troupe delle opere selezionate per il concorso saranno invitati ad accompagnare il loro film al Festival.L’organizzazione si riserva, secondo le proprie disponibilità finanziarie, di contribuire alle spese di viaggio e/o di  alloggio.
12. I dati personali dei partecipanti ai sensi e per gli effetti del DGL 196/2003 sul trattamento dei dati personali saranno trattati da esterni nel pieno rispetto della Legge e non verranno diffusi né comunicati a terzi. La comunicazione del suo indirizzo email esprime il consenso al trattamento dei dati da parte dell’organizzazione al solo fine di ricevere informazioni relative al Procida Film Festival e alle sue iniziative.
13. Il presente regolamento potrà subire integrazioni e/o modifiche per la migliore riuscita della manifestazione.
14. Per ricevere la scheda d’iscrizione o per maggiori informazioni inviare una mail a: procidafilmfestival@libero.it oppure un messaggio tramite facebook. http://www.procidafilmfestival.it

Aperto il Bando alla Scuola Nazionale di Cinema di Roma

Bando di Concorso Scuola Nazionale di Cinema di Roma per l'ammissione ai corsi ordinari Triennio 2014- 2016

La Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia con il presente Bando si propone di individuare, selezionare e formare giovani cineasti che concorrano, in tutte le singole specializzazioni, allo sviluppo dell'arte e della tecnica cinematografica.
I programmi didattici della Scuola Nazionale di Cinema si articolano nell'arco di un triennio e si prefiggono l'obiettivo di una formazione completa degli allievi che coniughi tradizione e innovazione, sperimentazione e ricerca, stimolando al massimo grado i processi di collaborazione tra tutte le componenti tecniche e artistiche che concorrono alla creazione dell'opera cinematografica.
I piani di studio delineano i percorsi formativi delle singole discipline (costume, fotografia, montaggio, produzione, regia, recitazione, sceneggiatura, scenografia, suono) nelle loro specifiche peculiarità, ma anche come parti solidali di un tutto, ponendo in evidenza la fitta rete di relazioni interne che ne determina e garantisce la coerenza.
Il programma didattico comporta la frequenza obbligatoria. Nelle prime due annualità i moduli d'insegnamento sono finalizzati a stimolare, in modo sistematico, le attitudini e le capacità degli allievi, alla luce delle conoscenze acquisite, attraverso esercitazioni collettive e laboratori. La terza annualità, oltre a specifici corsi di approfondimento, è dedicata ai "saggi di diploma", che vedranno impegnate tutte le aree specialistiche (compatibilmente con le esigenze artistiche) nella realizzazione di cortometraggi o di film a episodi.
La Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia mette a concorso n. 62 posti così suddivisi:
4 posti Costume
8 posti Fotografia
6 posti Montaggio
8 posti Produzione
6 posti Recitazione donne
6 posti Recitazione uomini
6 posti Regia
6 posti Sceneggiatura
4 posti Scenografia
8 posti Suono
Per ogni corso i posti messi a concorso sono da intendersi fino al massimo del numero indicato. Possono non essere attivati i corsi per i quali non siano stati ritenuti idonei almeno quattro candidati. I corsi si svolgono di norma presso la Sede di Roma.
Modalità di partecipazione al concorso
I requisiti di accesso e tutte le procedure relative al concorso sono consultabili all'interno del> BANDO SCARICABILE IN PDF.

Domanda e versamenti per l'ammissione al concorso

LA DOMANDA DI AMMISSIONE AL CONCORSO SARA' VALIDA  SOLO SE INVIATA PER VIA TELEMATICA,A DECORRERE DAL 20 maggio 2013, attraverso la procedura di partecipazione on line che verrà pubblicata sul sito della Fondazione (www.fondazionecsc.it), e pervenuta entro e non oltre il
22 luglio 2013 alle ore 23.59 (ora di Roma)

Pertanto, eventuali domande pervenute in formato cartaceo non saranno accolte. 
Per informazioni e delucidazioni sul bando si può inviare un'e-mail all'indirizzo: infoscuola@fondazionecsc.it

Fuori Contesto. Edizione Zero

Fuori contesto è un concorso di cortometraggi realizzati in sole 48 ore, organizzato da Milagrofilm sulla base dei successi riscontrati nelle altre città italiane.

​Nasce come concorso cinematografico ma si amplia, abbracciando altre forme di creatività e diventando un vero e proprio contenitore di molteplici arti e giovani artisti. Un avvenimento di divulgazione culturale e di promozione sociale per la città di Vicenza.
I partecipanti, introiettati nell’ambiente chiuso di un teatro, saranno invitati ad una metamorfosi e coinvolti in una esperienza multimediale e sensoriale che li porterà a contatto con un amalgama di forme artistiche. Tra queste: recitazione d’attore, pittura, scultura, cinema, esposizione d’arte contemporanea, fotografia. Sarà così un'occasione per partecipare a un evento culturale che incentivi i cittadini a esplorare vari ambiti artistici e ad assistere a una serata di spettacolo, cultura e socialità.
L’evento ambisce ad essere il primo di una serie di incontri annuali che possa rappresentare un appuntamento fisso per la cittadinanza e un'occasione per mettersi in gioco e far emergere il proprio estro creativo.
15/16 GIUGNO 2013​
Il giorno dell’inizio del contest a tutti i partecipanti verrà fornita una busta contenente il tema da seguire e altri elementi che dovranno essere obbligatoriamente presenti nelle opere: una frase, un oggetto, un suono e un elemento urbanistico che rappresenti un aspetto della città di Vicenza. La consegna prevede due lavori: un’opera audiovisiva della durata massima di 6 minuti, compresi i titoli; un backstage del lavoro svolto. Nel
backstage la troupe si può presentare mostrando come hanno realizzato il loro video, i problemi riscontrati, le fasi del lavoro, etc.
21 GIUGNO 2013 -
TEATRO ASTRA - Contrà Barche, 53, Vicenza
CANTIERE BARCHE 14 - Stradella delle Barche, 14, Vicenza
Ore 17.00 esposizioni d'arte di Gabriele Brucceri per la pittura e
del gruppo 50MMfotoclub per la fotografia.
Ore 17.00 performance dal vivo del duo FRAGILE.
Ore 17.30 incontro dei filmaker con il regista Adriano Sforzi (aperto a tutti)
Ore 18.00 nel giardino del teatro il gruppo musicale Vertical darà inizio alla
serata ufficiale, con aperitivo e degustazioni.
Ore 20.30 breve spettacolo di danza aerea della compagnia Radici Aeree.
Ore 21.00 spettacolo teatrale della compagnia Din Don Down.
Ore 21.45 proiezione dei cortometraggi finalisti. A seguire la premiazione.

 

Ad Asiago si gira un documentario dedicato a Margherita Sarfatti

Si stanno svolgendo in questi giorni sull'altopiano le riprese del documentario Margherita, un film di 52 minuti, diretto da Pierre-Henry Salfati e prodotto da Seconde Vague Productions sempre per il canale culturale franco-tedesco Arte. Il film racconta la vita di Margherita Sarfatti. Nata nel 1880 in una ricca famiglia ebraica veneziana, dotata di un'intelligenza brillante, militante socialista e creatrice e coordinatrice del movimento artistico Novecento,fu a lungo l'amante e consigliera di Benito Mussolini... Attraverso interviste, archivi e riprese nei luoghi che evocano la sua storia si cercherà ripercorrere il suo straordinario destino.
cats

Milagro Film lancia - Fuori Contesto- edizione zero

Fuori contesto è un concorso di cortometraggi realizzati in sole 48 ore, organizzato da Milagrofilm sulla base dei successi riscontrati nelle altre città italiane.
Nasce come concorso cinematografico ma si amplia, abbracciando altre forme di creatività e diventando un vero e proprio contenitore di molteplici arti e giovani artisti. Un avvenimento di divulgazione culturale e di promozione sociale per la città di Vicenza. L’ispirazione di fondo è quella dell’opera d’arte “totale”, un modo stimolante per favorire il dialogo tra le varie realtà sociali e valorizzare l’uomo come “scrigno di creatività”.
La serata di premiazione coinvolgerà, infatti, giovani artisti emergenti e talenti del nostro territorio che esporranno le proprie opere e allestiranno brevi performance dal vivo.
I partecipanti, introiettati nell’ambiente chiuso di un teatro, saranno invitati ad una metamorfosi e coinvolti in una esperienza multimediale e sensoriale che li porterà a contatto con un amalgama di forme artistiche. Tra queste: recitazione d’attore, pittura, scultura, cinema, esposizione d’arte contemporanea, fotografia. Sarà così un'occasione per partecipare a un evento culturale che incentivi i cittadini a esplorare vari ambiti artistici e ad assistere a una serata di spettacolo, cultura e socialità.
L’evento ambisce ad essere il primo di una serie di incontri annuali che possa rappresentare un appuntamento fisso per la cittadinanza e un'occasione per mettersi in gioco e far emergere il proprio estro creativo.
Tutte le info al sito http://www.fuoricontesto.com

L´Italia al Filmart di Hong Kong

FILMART. Presente una delegazione vicentina
Il Veneto a Hong Kong «Fate cinema da noi»
In occasione della recente edizione di Filmart, l´Hong Kong International Film & Tv Market, l´Ice con l´Anica ha invitato le film commission italiane per un incontro con produttori asiatici di cinema e televisione, interessati a produzioni da realizzare anche in Italia.
Al seminario era presente anche una delegata di Vicenza film commission, che ha incontrato durante il periodo della fiera 28 operatori cinesi, filippini, indiani, tailandesi, coreani e di Singapore, ai quali sono state illustrate le possibilità di location nella diverse zone di questa provincia e le professionalità presenti nel Vicentino.
Ad alcuni è stato rivolto un invito per uno scouting in Veneto, dopo aver presentato alcuni filmati relativi a produzioni indiane e coreane che hanno ripreso Vicenza nei loro filmati. Un relatore dell´Anica ha anche descritto l´opportunità del tax credit a produttori interessati a conoscere gli incentivi concedibili.
Per attrarre produzioni cinematografiche in Veneto la Regione ha anche creato un apposito sito internet che affianca i siti delle 6 film commission locali.
© IL GIORNALE DI VICENZA
martedì 16 aprile 2013 – CRONACA – Pagina 15

Il grande sole rosso:primo ciak in estate

Con piacere si comunica che il regista Stefano Pozzan potrà finalmente avviare le riprese del film Western “Il grande Sole Rosso”.
Il primo ciak è previsto per la prossima estate ed una cittadina del West del 1870 sarà ricostruita in territorio vicentino.
pozzan

L’Associazione Italian Film Commissions scrive alle forze politiche italiane

ifc
Infiniti convegni, centinaia di progetti di coordinamento tra istituzioni, migliaia di oreinvestit e in seminari, tavole rotonde, pubbliche assemblee e conferenze stampa.
Nulla sembra, in questi anni, risvegliare la politica dal suo torpore nei confronti della cultura. Per questo, l’autorevole domenicale de “Il sole 24 ore” ha inteso capovolgere l’ottica, convocando niente meno che “Gli stati generali della Cultura”. Per affermare inequivocabilmente - e ancora una volta - la centralità economica del comparto culturale e creativo nella struttura del PIL nazionale, in funzione della coesione sociale e della diffusione della conoscenza quali fattori competitivi di uno Stato contemporaneo. Probabilmente il perdurante silenzio della politica, tanto più in epoca di campagna
elettorale, continuerà a lungo. Per questo anche noi, insieme a tanti altri attori del mercato e delle istituzioni a sostegno delle imprese culturali, continueremo a segnalare i temi che ci sono a cuore, invitando chi ha orecchie per sentire - e funzione istituzionale deputata a farlo - a riflettere sui numeri. I quali, a differenza delle opinioni, non mentono mai.
Vale la pena ricordare ancora una volta, infatti, che l’audiovisivo, inteso come comparto produttivo delle attività televisive e cinematografiche, coinvolge 6.120 imprese, con oltre 200mila addetti e che – sempre da dati ANICA rilevati per il triennio precedente - le imprese italiane rappresentano l'8,4 per cento di quelle audiovisive europee (a fronte del 7,4 per cento della Germania) realizzando un fatturato di quasi 6miliardi di euro (raffrontabili positivamente con i 6,3 miliardi della Germania) ma soprattutto producendo impatti sui territori pari a circa 6 volte l’investimento pubblico.
E poiché la nostra è un’industria di prototipi la cui diffusione favorisce identità, visibilità territoriale, creazione di talenti e mestieri, esportazione e ricchezza nazionale, il rapporto di moltiplicazione è estremamente significativo e, probabilmente, tra i più alti nel campo dei sostegni economici pubblici.
Viviamo l’epoca delle immagini pervasive e nel mondo di nativi digitali i contenuti innovativi saranno decisivi per dare accesso alla cittadinanza minima, per essere parte del mondo attivo.
E’ dunque indispensabile che il prossimo Governo nazionale sappia dove mettere le mani per dare la necessaria scossa al comparto che noi, film commissioner italiani, attivi “in prima linea”, sosteniamo con ogni sforzo.
Per questo noi dell’Associazione Italian Film Commissions proponiamo una cura
semplice e improrogabile fatta di cinque urgenze:
1.
Accorpare sotto l’unica delega della DG Cinema del MIBAC anche la materia televisiva e della promozione internazionale, sottraendole allo Sviluppo economico e al MAE.
Tv e cinema sono convergenti sotto il profilo produttivo e dei linguaggi narrativi, operativamente e contenutisticamente collegati, e non ha più senso mantenere una separazione normativa inadeguata, tanto più in considerazione dell’accesso ai mercati esteri;
2.
Scrivere una nuova legge di riordino dell’intero comparto audiovisivo che preveda una seria disciplina antitrust e riconosca le film commission, con apposito articolato che ne sancisca natura, funzioni, operatività;
3.
Istituire un Centro nazionale per l’audiovisivo con delega specifica al sostegno automatico alle produzioni audiovisive di ogni formato, alimentato da una tassa di scopo integrale applicata su tutta la filiera allo scopo di garantirne l’efficiente funzionamento in ordine alla valorizzazione dei prodotti audiovisivi nazionali, alla loro internazionalizzazione e promozione, all’attrazione di progetti audiovisivi dall’estero, al sostegno alla distribuzione e all’esercizio;
4.
Rifinanziare il Tax Credit interno, esterno e per stranieri estendendolo anche alle produzioni televisive;
5.
Riformare drasticamente la RAI e il sistema radiotelevisivo, riducendo il ruolo della politica nel suo controllo, favorendo la produzione di prodotti originali, salvaguardando gli
autori e i talenti, prevedendo quote obbligatorie d’investimento delle TLC nel cinema e nei contenuti, colpendo l’evasione del canone nonché la pirateria e ritornando a investire sul prodotto nazionale.
Le film commission italiane
24 Gennaio 2013

Filmart 2013 - Hong Kong

Vicenza Film Commission parteciperà al seminario per attrarre produzioni asiatiche in Italia, organizzato da ICE in collaborazione con ANICA, che si terrà in occasione di  FILMART ad Hong Kong  dal 18 al 21 marzo 2013. web site

"Ti ci porto io..." a Bassano del Grappa

 

 

Appuntamento su La7 domenica alle 10 per la nona puntata di “Ti ci porto io”, la fortunata trasmissione condotta da Michela Rocca di Torrepadula e da Gianfranco Vissani, che ha fatto tappa a Bassano e Marostica grazie all’ospitalità offerta dal consorzio Vicenza è. “E – afferma il presidente Dino Secco – grazie alla collaborazione garantita alla troupe e ai conduttori da Comune, Iat e operatori privati, che si sono prodigati per mostrare la migliore immagine della nostra terra”.

Bassano_2

Protagonisti della puntata alcuni prodotti tipici (broccolo di Bassano, formaggio Asiago, la grappa e anche il baccalà alla vicentinoa) con approfondimenti seguiti da Vissani durante i quali sono stati preparati vari piatti nella scenografica location del ristorante Ottocento.

La trasmissione parla dei due centri di Marostica e Bassano del Grappa dal punto di vista della storia, dell’arte e delle curiosità, dato che si pone l’obiettivo di essere una “video guida” utile allo spettatore che voglia venire a passare un week-end in queste due città.

Leggi tutto: "Ti ci porto io..." a Bassano del Grappa

Chintu Ban Gaya Gentleman: in onda le puntate girate nel Vicentino

Gli episodi  girati anche nel Vicentino del Mr Bean indiano che stanno andando in onda in queste settimane su SAAB - SONY TV sono disponibili nei link a seguire.

Location:
Marostica, piazza degli scacchi e centro storico.  Bassano, centro storico. Vicenza, Piazza Matteotti.
Vicenza, Corso Palladio e Piazza Biade, Monte Berico.

Vicenza, Piazza Matteotti, Contrà Garibaldi e ditta Sharma Group. Marostica, Piazza degli Scacchi.
ponte di Bassano

IMG_6456

 

Ciak e riprese nel giorno del mercato. Arriva Chintu il Mr Bean indiano!

  

Ciak, Vicenza in mondovisione. E come? Grazie a Chintu, il Mr Bean indiano. Non l´avete visto ieri in centro città? Peccato, ha strappato sorrisi. Di più, ha attirato l´attenzione di tanti vicentini curiosi che passeggiando tra le vie non hanno potuto fare a meno di notarlo e di fermarsi ad osservarlo. Ricapitoliamo quanto è successo. Melegaon Ka Chintu, il format indiano del più noto Mr Bean inglese, ha fatto tappa in città. Ieri e lunedì la troupe, formata da sette persone, ha girato lo show televisivo a Vicenza. Da due anni le puntate di Al Amin (Chintu), il protagonista, e Ashiwini Kharimar (Pinkie), protagonista al femminile, vanno in onda con successo nelle case degli indiani. Lo show, che va in onda su Sab Tv (Sony Network), raggiunge oltre 42 milioni di case in India e copre alti 59 paesi di Stati Uniti, Gran Bretagna, Europa e Africa. Gli episodi girati a Vicenza saranno disponibili su youtube a partire da novembre, basterà digitare "Malegaon Ka Chintu" et voilà: compariranno la Basilica palladiana in tutto il suo splendore, piazza dei Signori, Monte Berico, i Giardini Salvi, piazza Duomo, piazza Matteotti. Il titolo degli episodi vicentini sarà "Chintu in Vicenza". Ma perché proprio la città del Palladio? La produttrice è la bella Deepti Bhatnagar, già miss India e attrice, che a Vicenza ha girato un documentario poi trasmesso in un programma di viaggi e turismo. Stregata da Vicenza all´epoca (era il 2005), l´ha scelta di nuovo per alcune puntate dello show comico. La produttrice ha mantenuto i contatti con il consorzio Vicenza è e Vicenza Film Commission, che hanno accolto di buon grado la presenza della troupe indiana in questi giorni, grazie anche lla collaborazione con la Regione Veneto. Le bellezze architettoniche e il territorio vicentini faranno il giro del mondo.
I passanti che hanno accettato di interagire con il simpatico attore, 34 anni e una mimica facciale notevole, si riconosceranno. E rideranno.
Le riprese sono state girate sabato e domenica anche a Bassano e Marostica. Ieri era giorno di mercato. Quale migliore situazione per mettere in scena delle gag? Chintu perde una scarpa, allora ne cerca una sostitutiva al banco del mercato; ci sono calzature a volontà. Ma mentre un passante cerca la scarpa da comprare, Chintu sceglie la sua. È quella del passante, alla quale si avvinghia, rimediando un ceffone. La troupe cammina alla scoperta della nostra città, non ha un copione, improvvisa a seconda delle persone, delle situazioni, del momento. L´attore porta con sè una valigia colma di oggetti: scarpe, caraffe, persino pinne. Quando il regista vede un luogo che si presta alla gag ferma tutti, comunica all´attore la sua idea e ciak, si gira. I passanti, tra incredulità e stupore, vengono coinvolti. Quasi tutti accettano divertiti.
Sono tutte gag in perfetto stile Mr Bean. Comicità semplice e in parte anche demenziale, se si vuole. Chintu, come Mr Bean, non parla, ma si atteggia in modo piuttosto goffo, ride, si dispera, si muove suscitando scherno. Ha i pantaloni ascellari e un volto che si presta perfettamente a sketch comici. Ai Giardini Salvi Chintu ha corso assieme ai giovani atleti del Csi Fiamm, che si trovavano lì per il consueto allenamento. La scena è stata pensata in un giro di lancette. L´attore corre assieme ai ragazzi che ad un certo punto cambiano direzione; Chintu continua a correre.

 

I film della Settimana Internazionale della Critica di Venezia arrivano a Vicenza

LA REGIONE DEL VENETO PER IL CINEMA DI QUALITA’
IL DECENTRAMENTO DEI FILM DELLA
SETTIMANA INTERNAZIONALE DELLA CRITICA NELLE CITTÁ DEL VENETO

24 settembre - 10 ottobre 2012
Cinema d’essai di Belluno, Padova, Treviso, Vicenza, Verona, Rovigo, Treviso

VICENZA

Lunedì 24 settembre
Cinema Odeon
Corso Palladio, 176 - Vicenza
Ore  20.00 - O LUNA IN THAILANDA (v.o. sottotitolato in italiano)
Regia di Paul Negoescu. Romania, 2012, 90’

Ore 21.45 - NO QUIERO DORMIR SOLA (v.o. sottotitolato in italiano)
Regia di Natalia Beristain. Messico, 2012, 83’

Ingresso gratuito

I film della Settimana Internazionale della Critica di Venezia arrivano a Vicenza
Lunedì 24 settembre al Cinema Odeon di Vicenza doppio appuntamento gratuito con «Le Giornate della Mostra. La Settimana Internazionale della Critica». Alle ore 20.00 «O luna In Thailanda» di Paul Negoescu. Alle ore 21.45 «No quiero dormir sola» della regista messicana Natalia Beristain.

Leggi tutto: I film della Settimana Internazionale della Critica di Venezia arrivano a Vicenza

Italian Symphony of food gira a Vicenza

 

isf

Anche una troupe australiana, invitata nel vicentino da Enit di Sidney e Vicenza film and tv commission, ha effettuato a lungo riprese della Basilica Palladiana rimessa a nuovo. Il servizio andrà in onda il prossimo 1° novembre, curato dai presentatori Carmel Crispino e Tony Pantano in città con una troupe di 6 persone, nel programma Italian Symphony of food che conta su oltre 9 milioni di affezionati telespettatori. Grazie alla collaborazione di Vicenza è hanno voluto recuperare le ricette della cucina vicentina, stampate anche in inglese dal consorzio turistico. Riprenderanno anche la Partita a scacchi di Marostica e, come ha precisato Nina Fiorenza del tour operator Italia de luxe, la trasmissione, assieme all’arrivo di Del Piero in Australia costituirà una valida promozione per Vicenza e il Veneto.

Ritual - A psychomagic story

Le novità

x_comunicato

Il film è in fase finale, per fine luglio 2012 sarà ultimato. Gli attori usati nel film, comprese le comparse, sono 46 di cui 40 veneti. Il cast tecnico, compresi i tecnici per la post-produzione, gli stagisti e le persone che hanno aiutato in vari modi, conta 51 persone di cui 32 maestranze residenti in Veneto. Il film è durato 33 giorni di riprese, di cui 30 in Veneto nei territori di Vicenza,  Mason Vicentino,  Marostica e Monte di Malo e 3 giorni nella città di Roma.

Al festival di Cannes 2012 Esperimentocinema s.r.l. ha stretto un accordo con il distributore internazionale francese Reel suspects s.a.r.l. per la distribuzione al cinema, dvd, vod del film in tutto il mondo.

La Regione Veneto inoltre ci ha comunicato che erogherà il contributo per il fondo regionale sul cinema 2011.

 

Adolescenti filmano la guerra

io_cero

Adolescenti appassionati di cinema decidono di girare un film, rievocando episodi tragici della Resistenza maladense. È nato così “Io c´ero", film-documentario sulla seconda guerra mondiale e su vicende realmente accadute in paese, che un gruppo di giovani, diretti dal ventenne Daniele Coldebella, sta realizzando in queste settimane. I ciak amatoriali fanno rumore da qualche giorno a Monte Pian, Monte di Malo e Case, la cui canonica attuale era peraltro la sede del comando tedesco, mentre le prossime sequenze, per le quali si cercano comparse, si gireranno sabato 26 in Contrà S.Lucia.

 

Leggi tutto: Adolescenti filmano la guerra

C'era una volta lo scalpellino: presentazione del documentario a Tonezza

 

Presentazione ufficiale del Film Documentario  per la regia di Stefano Bortoli domenica 22 aprile 2012 presso il Palacongressi di Tonezza del Cimone.

Alle ore 10.00 accoglienza degli ospiti e a seguire discorso introduttivo del prof. Giovanni Matteo Filosofo che ha presentato il film e le opere di Paolo Pettina'.

La parola è poi passata al Sindaco Amerigo Dalla Via che ha salutato i presenti e ringraziato tutte le persone che hanno collaborato alla realizzazione del film. E' seguita subito dopo la proiezione con una breve premessa da parte del regista Stefano Bortoli.

Il filmato narra la vita quotidiana degli scalpellini di Tonezza agli inizi del secolo scorso, le riprese sono state effettuate in Paese e in alcune città della Francia dove è avvenuta una commovente intervista all'artista scultore Orlando Longhi, l'ultimo degli scalpellini di Tonezza. Quest'ultimo racconta la sua vita e come, assieme al fratello Guido, arrivò in Francia nel dopoguerra da povero emigrante diventando poi un importante artista.

Il documentario,creato in due anni ed è ora distribuito in dvd. In sala erano presenti anche i figli dei fratelli Longhi, Tom Perry e il Coro Azzurri Monti che ha intonato alcune canzoni.

Il Sindaco Dalla Via ha consegnato delle targhe di riconoscimento con lo scoprimento di due sculture donate dalle famiglie di Guido e Orlando Longhi al Comune di Tonezza del Cimone.Gli invitati hanno infine potuto visitare la mostra “Aspettando il Museo” di Paolo Pettina' e degustare la patona offerta dagli albergatori di Tonezza. Alle ore 16.00 infine il film è stato proposto al pubblico.

L' Arlecchino di Pasotti sarà girato anche e Vicenza e Lonigo

 

pasotti

(..)  con il regista Augusto Zucchi, Pasotti ha scritto la sceneggiatura «del primo film nella storia del cinema italiano dedicato alla commedia dell'arte», di cui sarà il protagonista. Si intitolerà Il principe Arlecchino e racconterà la storia, ambientata nel Settecento, di un giovane Arlecchino che, ereditata l'arte dal vecchio padre in punto di morte, cercherà di superare il limite della sua maschera nata per far divertire, per arrivare a cimentarsi invece, accompagnato dagli attori della sua compagnia di giro in un viaggio tra Bergamo e Venezia, nell'Amleto di Shakespeare, opera di cui Giovanni (questo il nome del protagonista) verrà a conoscenza grazie all'incontro con Carlo Goldoni. << Le riprese inizieranno ad agosto 2012. Gireremo a Bergamo, a Venezia, in Piazza San Marco, probabilmente al Teatro di Lonigo e nel centro di Vicenza. Vorremmo riuscire a presentarlo alla Mostra del cinema di Venezia nel 2013». E Zanin ha continuato: «Il budget non è esagerato, abbiamo vinto un bando regionale da 200mila euro e, volontariamente, non abbiamo chiesto contributi ministeriali. Con gli sponsor privati dovremmo arrivare a circa 700mila euro». Nel cast grandi nomi di cinema e teatro. «Ferruccio Soleri, nei panni di mio padre, il vecchio Arlecchino - ha raccontato Pasotti - Mariangela Melato sarà mia madre». Sembra sfumato il sogno di arrivare a Dario Fo, ma nel film troveremo Paolo Rossi, Gigi Proietti, il «Pantalone» Giorgio Bongiovanni, Giorgio Colangeli e probabilmente anche Marco Paolini, vecchia conoscenza di Pasotti: «Abbiamo lavorato insieme ne I piccoli maestri, voglio coinvolgerlo nel progetto».

Fonte Corriere del Veneto

Finanziare un film è un affare

IMG_5771

 

Il Giornale di Vicenza - iovedì 22 marzo 2012 – CRONACA – Pagina 25

CONVEGNO. Ieri a villa Cordellina esperti di alto livello a confronto. Il cinema è considerato un investimento turistico

La Regione pronta a fare la sua parte. I privati possono contare sul bonus fiscale. Alla Mostra di Venezia il primo “Market”

Pienza è stata riscoperta dai cineturisti grazie a “Il paziente inglese” (1996) che quindici anni fa vinse nove Oscar. Il decimo glielo dovrebbe consegnare il sindaco della città senese, honoris causa per quanto contribuisce al suo bilancio. Dopo “Sotto il sole della Toscana” (2003) non si è più trovato un casale in campagna o in collina in Toscana neanche a pagarlo oro. E in Sicilia, tra Vigata e Montelusa, ossia vicino a Porto Empedocle, per ospitare tutti coloro che vogliono visitare i luoghi della fiction di Salvo Montalbano, i bed & breakfast sono passati da venti a novanta. Dal canto suo “Notting Hill” (1999) ha fatto schizzare gli affitti degli appartamenti nell´omonimo quartiere di Londra. E vogliamo parlare di quanto la triplice saga de “Il signore degli anelli” abbia contribuito ad affollare la Nuova Zelanda di turisti? Mentre ci riflettete, provate a contare quant! o valgono tredici milioni di sterline. Quasi undici milioni di euro. Tanto sborsano i visitatori del castello di Harry Potter ai confini con la Scozia, una delle 101 (sì, avete letto bene: centouno) location nel Regno Unito dei film sul maghetto occhialuto. Insomma, è la prova provata del saldissimo legame tra film, turismo e territorio.

Leggi tutto: Finanziare un film è un affare

Cinema più turismo uguale lavoro

Agevolano le fasi di produzione cinematografica sul territorio e spesso ne finanziano anche una parte. Le 19 Film Commission italiane hanno un ruolo strategico nel favorire il «cineturismo», fenomeno di crescita dell’economia e occupazione locale. Inkheart, film fantasy della New Line Cinema, è stato ambientato a Balestrino, Laigueglia, Alassio e Albenga, e uscirà in tutto il mondo con la Warner Bros. Lungometraggio da 60 milioni di dollari, che ha lasciato sul posto più di 5 milioni di euro, con benefici per tutto l’indotto. Procurati dall’Italian Riviera Alpi del mare, Film Commission presieduta da Alessandra Bergero e sostenuta dalla Fondazione A. De Mari e dalla Camera di Commercio di Savona. Mine Vaganti, girato a Lecce e in Salento, ha avuto un grande successo all’estero «per la forza evocativa della storia e l’impatto creativo», spiega Silvio Maselli, direttore di Apulia Film Commission e neo presidente di Italian Film Commissions. «In cambio del contributo massimo di 250 mila euro obblighiamo, però, ad assumere il 35 per cento di personale pugliese». E così da marzo a novembre prossimi occorrono almeno 200 profili per i 12 lungometraggi e 3 serie tv che saranno girati nelle province di Brindisi, Taranto e Lecce; fra scenografi, costumisti, truccatori, macchinisti, elettricisti, falegnami, direttori e assistenti di produzione; www.apuliafilmcommission.it.

Per quattro lungometraggi vincitori del fondo cinema della Regione Toscana (uno dei parametri per ottenere il contributo è l’impiego di maestranze toscane) che saranno filmati nei prossimi mesi, sono richieste 100 professionalità tecniche e 250 comparse e attori per piccoli ruoli. Candidarsi a: www.toscanafilmcommission.it/controller.php?action=risorse_list. La Trentino Film Commission, nata nel 2011, ha permesso di impiegare lo scorso anno fra i 50 e i 70 professionisti locali, 30 attori, e 400 comparse. Tutti profili che entro il 2012 saranno incrementati per nuove produzioni. Registrarsi a: www.trentinofilmcommission.it/it/SC/2004/Guida_alla_produzione.html. Per la fiction tv (in onda su Rai1) «Caso di coscienza» che sarà girata a maggio a Trieste, a cura di Red Film, servono 20 profili locali fra aiuto registi, trucco e scenografia, elettricisti e macchinisti (info@fvgfilmcommission.com). Per il film western «Il grande sole rosso», con il supporto di Vicenza Film Commission, La Biplano film si prepara a selezionare: 14 persone per il cast tecnico (aiuto costumisti, scenografi e regista, decoratori, make up); 20 attori fra i 30 e 60 anni; 10 attori di colore fra i 40 e i 75 anni; 25 attori con caratteristiche tipo nativo americano fra i 25 e i 75 anni; e 50 comparse. Cv a: info@vicenzafilmcommission.com.

CORRIERE DELLA SERA

Alessandro Luongo17 febbraio 2012 | 12:56

Several Union, The Game

Il nuovo video dei Several Union, The Game, girato presso Priare di Montecchio Maggiore.

Esce oggi “The Game”, il nuovo video dell’alternative metal band SEVERAL UNION. Le riprese si sono svolte lo scorso ottobre con il patrocinio del Comune di Montecchio e della Vicenza Film Commission, in una grotta storica nelle fondamenta del Castello di Giulietta, Le Priare, e vedono la band prodursi in un live intervallato dalla voce fuori campo della guest star Olly Du Demon (The Fire/Shandon), in occhiali scuri e aura insolitamente hip hop.

La particolare scelta della location conferisce al girato un’atmosfera dark e volutamente claustrofobica, quasi a sottolineare una sensazione fisica e tangibile di intrappolamento esistenziale:

“La canzone ‘The Game’ è il cuore dell’album, concettualmente parlando” – commenta il cantante Alessandro ‘Ashdale‘ Montalti – “una metafora dell’esistenza umana e della vita quotidiana, di tutte le cadute e le difficoltà da superare ogni giorno. Da una parte c’è il bisogno dell’uomo moderno di rompere con questa routine, in una fuga forzata dai meccanismi che interessano la nostra vita su un livello profondo, e in secondo luogo la consapevolezza che, se ci sono regole da giocare, allora forse il significato in tutto questo, non possono essere le ferite di per sé, ma ciò che siamo diventati attraverso di esse e attraverso le soluzioni che abbiamo trovato”.

“The Game” è il primo singolo tratto dal secondo album dei SEVERAL UNION ‘Awake from the Game’, che uscirà nei negozi italiani il 13 dicembre con DMB Music/distribuzione Rude Networks.

Per i fans dei Several Union, di Olly, The Fire, Shandon e per chiunque voglia avere The Game in rotazione sul proprio iPod, il singolo è disponibile in free download a questo link fino a Natale!

“Oscar”, il nuovo film del regista veneto Dennis Dellai

“Oscar”, il nuovo film del regista veneto Dennis Dellai

Oscar di Dennis Dellai

Dopo aver contribuito alla realizzazione del primo film di Dennis Dellai, Terre Rosse, che ha raccolto un importante successo presso il pubblico e la critica, Banca Intermobiliare ha il piacere di presentare in anteprima il trailer ufficiale di “Oscar”, il nuovo film del regista veneto.

Giovedì 1 Dicembre alle ore 19:45
Presso il Teatro Comunale di Thiene
in viale Bassani 18

Oscar, il nuovo film del regista veneto Dennis Dellai

Oscar, il nuovo film del regista veneto Dennis Dellai

LONIGO.La capitale del vetro è qui - Legambiente gira un film

Documentario tra case private, Ecoglass e Saint Gobain TOZZI
Lonigo è da anni "Città del Vino"; questa settimana sarà anche città del vetro grazie alla presenza nel territorio comunale di una troupe televisiva che girerà un documentario per conto di Legambiente e Coreve, il Consorzio di recupero del vetro.
La scelta della nostra città è dovuta a due importanti aziende nel settore della lavorazione del vetro presenti nella zona industriale di Almisano: la Ecoglass srl e la Saint Gobain Vetri spa.
Protagonista e animatore del documentario sarà Mario Tozzi, volto noto della televisione per la sua conduzione del programma "Gaia Il pianeta che vive" e per la partecipazione a numerosi talk show.
«L´iniziativa - spiega il sindaco Giuseppe Boschetto - è coordinata da Vladimiro Riva e dal consorzio “Vicenza Ȕ. Oltre che per la presenza delle due industrie del settore, Lonigo si segnala anche per la puntuale raccolta del materiale vetroso che avviene da oltre dieci anni e che produce ottimi risultati sia dal punto di vista ecologico che da quello del riutilizzo del materiale».
Gli addetti al programma alloggeranno per quattro giorni all´Hotel Alle Acque di Lonigo. Mercoledì saranno in visita ai reparti di produzione di Ecoglass e Saint Gobain mentre giovedì gireranno in piazza Garibaldi e nelle cucine di alcune abitazioni private e in alcuni locali presenti nel centro storico.
Lino Zonin
IL GIORNALE DI VICENZA  21/11/2011   lunedì 21 novembre 2011 PROVINCIA, pagina 18

I Guardiani di Altantide

Coming soon..

Il film dell'associazione Eyes Production, di cui Luca Occhi è a capo, è stato girato interamente nel vicentino.

Vicenza alla Mostra del Cinema presenta il nuovo sito della Veneto Film Commission

Con la Film Commission nello spazio del Veneto


Ieri il Consorzio Vicenza è ha presentato alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia il nuovo sito internet di Veneto film commission, realizzato dalla Regione attraverso una convenzione con Vicenza è, come ha ricordato il suo presidente Dino Secco mentre veniva presentato il nuovo portale alle film commission di Venezia, Polesine, Treviso, Padova, Verona e Vicenza e ad alcuni degli operatori presenti nella guida della produzione che, con la guida delle location, rappresenta il cuore del nuovo strumento.

Vicenza film commission ha presentato nei giorni scorsi una pubblicazione sul cineturismo, assieme alla Cinemap della provincia, al rinnovato sito internet e al dvd sull’ultimo ciclo di riprese del cinema coreano.

Vicenza Film Commission collabora da anni poi con l’Ischia Film Festival, il festival delle location e del cineturismo, che ha presentato con il patron Michelangelo Messina la decima edizione 2012 dedicata alle location e al cineturismo assieme a Francesco Di Cesare, esperto di turismo cinematografico, e a Guido Cerasuolo, vicepresidente dell’Associazione Produttori Esecutivi.

Molto nutrita la partecipazione cui è seguita una apprezzata degustazione di prodotti tipici curata da Enzo Gianello grazie al Durello della Cantina Colli Vicentini di Alte, al Dindarello di Maculan, ai dolci di Loison e alla produzione speciale di formaggi e salumi dello steso Gianello, con l’integrazione di mozzarelline, pomodorini e vini ischitani.

Mercoledì 7 alle 15 è previsto un ulteriore appuntamento durante il quale saranno presentati il film Ritual di Giulia Brazzale e Luca Immesi e Il Grande Sole Rosso di Stefano Pozzan, che godono della collaborazione di Vicenza film commission.

 

 

IMG_2762

IMG_2668

Mostra del Cinema: le ultime produzioni vicentine

Si è svolto questo pomeriggio l'ultimo appuntamento della Vicenza Film Commission in occasione del Festival del Cinema di Venezia: 

Presentazione del film Ritual  con:  i registi Giulia Brazzale e Luca Immesi, l’attrice protagonista Desirée Giorgetti, il produttore esecutivo Gianluigi Perrone, Margherita Brazzale, costume designer, Roberta Sparta e Patrizia Laquidara.
Presentazione del film Il Grande Sole Rosso con: il regista Stefano Pozzan, la relatrice dott.ssa Carla Marcolin, il critico dott. Antonio Seganfreddo, l’attore Mario Rodighiero e l’esperto western Mariano Barban. 

foto.ritual.ve

sole.rosso

Programma tv brasiliano nel Vicentino

Il programma tv brasiliano Diario do Olivier sarà nel Vicentino per girare parte della trasmissione che va in onda sul canale GNT Globosat.

 

Olivier Anquier, chef di origine francese ma naturalizzato brasiliano, ex modello, è alla ricerca delle meraviglie della cucina, della cultura, della tradizione popolare.

 

 

La Vicenza Film Commission a Ischia

foto.ischia

Il cinema può essere un veicolo di promozione turistica e di valorizzazione dell'identità culturale dei nostri territori? Di questo si discute all' annuale Convegno Nazionale sul Cineturismo che si tiene dal 5 al 7 Luglio ad Ischia realizzato in seno alla Borsa Internazionale delle Location e del Cineturismo. Vladimiro Riva in qualità di direttore della Film Commission interverrà al Convegno, titolato Film Location Tourism. Il cinema made in Italy a confronto con i casi internazionali, per raccontare lesperienza di Vicenza. Tra i relatori, importanti rappresentanti delle Film Commission estere, ricercatori del settore, registi, rappresentanti di aziende specializzate in marketing territoriale e product placement legati allimmagine audiovisiva. Vicenza Film Commission sarà presente anche alla Borsa con uno stand dove esporrà il materiale realizzato e proporrà le proprie location ai numerosi operatori del cinema, nazionali ed internazionali, che ogni anno giungono ad Ischia in quest'occasione.

Il docu-film di Giacomo Faenza

Riceviamo e pubblichiamo la comunicazione ricevuta in seguito ai sopralluoghi dello scorso 19 novembre.

 

Vi informiamo che il regista Giacomo Faenza, in seguito ai sopralluoghi effettauti la settimana scorsa in Veneto, ha deciso, dopo aver visionato le varie proposte di fabbriche a Vicenza e a Treviso di girare in una fabbrica nei pressi di Treviso, perchè essa corrisponde alle caratteristiche richieste dal regista stesso.

Nonostante ciò, grazie al vostro aiuto nel diffondere la notizia del nostro Casting, alcuni provini di Vicenza andati a buon fine parteciperanno alle riprese che verranno effettuate nelle prime settimane di dicembre.

Quindi ringraziamo comunque la Spett.le  Vicenza Film Commission per l'interesse posto nei confronti del nostro progetto, la gentile collaborazione nella ricerca delle locations e l'aiuto per il casting per l'episodio del Veneto.

Ringraziando ancora porgiamo cordiali saluti.

Orkestra Entertainment srl

Casting

La casa di produzione cinematografica ÒRKESTRA Entertainment sta cercando
-un  uomo (70 anni circa)
-una donna (65 circa)
entrambi veneti (e possibilmente non attori professionisti) per il ruolo di una coppia in un episodio del film del regista Giacomo Faenza "Bici, canguri e grigliate" che si girerà in Veneto e nel Vicentino a fine Novembre.
L’impegno lavorativo richiesto è di circa 5 giorni per lui, 2 per lei.
Si cercano inoltre:
-un uomo (50 anni, ruolo sindacalista)
-una donna (30/50, ruolo segretaria)
Mandare i propri dati anagrafici e una foto a orkestracasting@gmail.com, per ulteriori informazioni: Rosa Ferraiolo e Daria Petrucci 06/32505466
I provini si terranno il 19 novembre 2010 dalle ore 15.00 presso l’hotel Da Porto a Vicenza.

E la Regione promuove in Veneto a Londra

E mentre infuria la polemica per il film con Abatantuono prima a Treviso poi a Bassano, la Regione Veneto, nell'ambito delle attività di promozione della cultura veneta all'estero, ha promosso per martedì all'Istituto italiano di cultura di Londra, in occasione del London film festival, un appuntamento per presentare alle produzioni internazionali presenti al festival il sistema veneto delle Film commission. L'incontro, realizzato in collaborazione con le Film commission venete e in particolare con la Polesine e la Vicenza Film commission, è finalizzato a illustrare a produttori e registi internazionali le attività e i progetti d'intervento della Regione nell'ambito della promozione del territorio come set cinematografico ideale e le facilitazioni che il sistema veneto delle Film Commission è in grado di offrire alle produzioni cinematografiche. «La manifestazione - sottolinea il vicepresidente della Giunta veneta e assessore alla cultura Marino Zorzato - consentirà di focalizzare l'attenzione sull'intera filiera della cinematografia nel Veneto e soprattutto sulle attività promosse dalle istituzioni locali che nelle Film Commission hanno individuato un efficace strumento di promozione dei loro territori. Questa presenza a Londra è un ulteriore riflettore di livello internazionale sulla cultura veneta e le eccellenze del nostro territorio». L'evento sarà inoltre un'importante occasione per far conoscere le opportunità offerte dal Fondo regionale per il cinema e l'audiovisivo, strumento previsto dalla legge regionale che prevede la possibilità di concedere contributi regionali fino a 200.000 euro.

Ca.B.

 

IL GIORNALE DI VICENZA, 17 OTTOBRE 2010

Vicenza Film Commission alla 67a edizione della Mostra del cinema di Venezia

Anche la Vicenza Film Commission è presente  alla 67^ Edizione della Mostra del Cinema di Venezia presso lo stand dedicato alle film commissions italiane e allestito all'Hotel Excelsior al Lido. In occasione di questa importante vetrina è stato realizzato dalla VFC un nuovo depliant per la promozione del territorio vicentino come set ideale per produzioni audiovisive.

 

next

 locations

Foto dal set "Iris II Athena"

Ecco alcuni istanti delle riprese del drama "Iris II Athena", alle quali hanno partecipato comparse vicentine..

comparse comparse2 P1130184

 

il produttore esecutivo, Guido Cerasuolo (Mestiere Cinema), Dino Secco, presidente Vicenza è;
Guido Cerasuolo (Mestiere Cinema), Carla Padovan e Vladimiro Riva (Vicenza Film Commission)

prod_esec riprese

..girando Marostica durante la partita a scacchi ricreata ad hoc...

DSC06034 DSC06035

 

e preparando le scene d'azione..

auto auto2

 

 

Protagonisti di un vero set cinematografico sabato 17 luglio a Marostica

Protagonisti in un vero set cinematografico sabato 17 luglio a Marostica

Sabato si potrà assistere ad un’anticipazione del tutto eccezionale della Partita a Scacchi di Marostica in occasione delle riprese dell’action movie coreano “ATHENA-Iris2” della Taewon Entertainment che da qualche giorno si sta girando nella nostra provincia grazie alla Regione Veneto e a Vicenza Film Commission. Per approfittare delle ore più fresche della giornata il regista sta cercando di concentrare le riprese con il pubblico il mattino presto. Chi fosse interessato a vedere la Partita a Scacchi, ma soprattutto a far parte di questa mega-produzione, può presentarsi alle ore 7,00 in Piazza degli Scacchi a Marostica. Non sono previsti compensi ma la possibilità di assistere in anteprima alla Partita, e la soddisfazione di vivere da protagonisti in un vero set cinematografico tra cecchini e agenti segreti, e il cui risultato sarà visto da 200 milioni di spettatori in tutto il sud-est asiatico. Non si esclude che si potrà organizzare una proiezione anche qui in Italia, non appena la produzione consegnerà le puntate girate nel vicentino.

Per informazioni scrivete a casting_mc@libero.it, oppure tel. 327 6207873 tra le 9,00 e le 19,00.

 

MAROSTICA

Veneto Movie School 2010

Presentazione della domanda entro 31 maggio
 
La Regione del Veneto seleziona 10 giovani che frequentano od abbiano frequentato da meno di 12 mesi scuole di cinema nazionali o internazionali, per inserirli in una iniziativa di breve residenzialità, destinata a costituire una interessante esperienza nell’ambito di un programma di valorizzazione della cultura e del territorio regionale.

In particolare, all’interno del Programma di valorizzazione del Patrimonio Culturale del Veneto, la Veneto Movie School vuole essere un’iniziativa finalizzata a dare la possibilità, a giovani videomakers di età compresa tra i 18 e i 35 anni, di raccontare, con un taglio innovativo e capace di promuovere la regione presso un pubblico giovane, la cultura e il territorio del Veneto, attraverso il linguaggio cinematografico.

L’oggetto di studio sarà, quindi, il Veneto, il territorio ed il suo legame con le persone, la cultura e le diverse espressioni artistiche a cui ha dato luogo. L’ambito di interesse potrà essere l’intera regione, ovvero particolari aspetti od aree del territorio. Il risultato dovrà essere la produzione, per ogni partecipante, di uno o più cortometraggi idonei a rappresentare “il Veneto in cinque minuti”.

Tra i cortometraggi prodotti e presentati nel corso della Veneto Movie School, una giuria espressa da un Comitato Scientifico provvederà a proprio insindacabile giudizio, valutati il valore tecnico-artistico dei video prodotti e la coerenza con le finalità della Veneto Movie School di valorizzazione del patrimonio culturale del Veneto, ad assegnare:

un premio in denaro, del valore di 3.000,00 euro, al miglior cortometraggio realizzato nel corso della Veneto Movie School1.
due menzioni speciali ai registi che hanno prodotto i cortometraggi più interessanti ed originali.
La cerimonia di premiazione si svolgerà al Lido di Venezia, in concomitanza alla Mostra del Cinema di Venezia.
Gli aspiranti partecipanti alla Veneto Movie School 2010,  dovranno presentare domanda di iscrizione in italiano o in inglese, utilizzando l’apposito modulo. Le domande dovranno essere trasmesse a mezzo posta, od essere consegnate a mano, entro il 31 maggio 2010, a:

Regione del Veneto - Direzione Beni Culturali
Palazzo Sceriman
Cannaregio, 168
30121 Venezia

Per ulteriori informazioni e per l'iscrizione al concorso, visitare l'area bandi del sito regionale

ELISA. «A Vicenza non per caso»

IL GIORNALE DI VICENZA

Mercoledì 28 Aprile 2010, LETTERE

ELISA. «A Vicenza non per caso»

Ho letto l’articolo apparso sul Giornale nella edizione di domenica 11 aprile in cui si parla del nuovo videoclip della cantante Elisa.
Desidero solo ricordare che le riprese in città non sono frutto del caso, ma anche del lavoro di Vicenza Film Commission, del suo collegamento con la film commission regionale e dei conseguenti oneri assunti per l’organizzazione, l’assistenza e l’ospitalità, a carico di “Vicenza è”, nonché dello spirito collaborativo e della disponibilità subito dimostrata dall’amministrazione comunale per andare incontro alle esigenze della troupe.
Il vicesindaco Alessandra Moretti si è anche recata sul set a salutare Elisa, la cantante di Monfalcone il cui periodo d’oro è iniziato nel 2001 con la vittoria a Sanremo.

Vladimiro Riva
Vicenza Film Commission

Il nuovo videoclip di Elisa parte da Vicenza

Elisa, la cantante friulana scoperta da Caterina Caselli al suo rientro dopo la maternità di fine novembre, ha girato il video del brano “Someone to love” a Vicenza grazie alla collaborazione e all’ospitalità di Vicenza Film Commission e del Comune di Vicenza, Assessorato allo sport che ha messo a disposizione la piastra dei Pomari (quella che avrebbe dovuto diventare un campo di pallavolo), il campo di baseball (dove però non c’è stato il tempo di entrare) e la pista da skate del Parco Fornaci.

La cantante impegnata nelle prove del nuovo tour a Conegliano voleva trovare una location non troppo lontana da lì e dunque i rappresentanti dell’agenzia incaricata guidata da Luca Legnani si sono messi alla ricerca di locations adatte allo storyboard a Treviso, Padova, Cittadella fino ad arrivare a Vicenza dove la bellissima pista da skate e l’assistenza subito accordata, seppur solo con qualche giorno di anticipo, hanno concretizzato il progetto.

Ho ricevuto la mail dell’amico Decimo Poloniato dell’Ufficio Cinema e Film Commission regionale solo giovedì 1° aprile” – spiega Vladimiro Riva di Vicenza Film Commission – proprio alla vigilia di Pasqua, ma ci siamo subito attivati incontrando, fortunatamente,  la disponibilità del Comune attraverso gli uffici dello sport e quella del nostro personale che si è messo a disposizione”.

Le riprese sono state effettuate solo pochi giorni dopo, sabato 10 ottobre e complice una bellissima giornata di sole, tutto si è svolto nel migliore dei modi seppur con i normali inconvenienti legati soprattutto alla tempistica preventivata.

Leggi tutto: Il nuovo videoclip di Elisa parte da Vicenza

Fondo regionale per il cinema e l'audiovisivo - Anno 2010

Approvazione del Regolamento e del Bando per l’assegnazione del Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo. Legge regionale 9 ottobre 2009, n. 25 art. 19.

La Regione Veneto istituisce un Fondo a sostegno della produzione cinematografica e audiovisiva quale strumento in grado di esercitare una efficace azione di attrazione nel territorio regionale delle produzioni cinematografiche nazionali ed internazionali e di sostegno allo sviluppo dell’industria cinematografica e audiovisiva con sede nel Veneto.

Un Regolamento stabilisce le modalità e i criteri per l’assegnazione del suddetto Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo, e del relativo Bando per la presentazione delle domande.

Le istanze di accesso al Fondo per l’anno in corso e in fase di prima applicazione dovranno pervenire alla Regione, pena l’inammissibilità, entro il termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto (ovvero entro il 26 aprile 2010) secondo le modalità previste nell’anzidetto Bando (Allegato B).
Va precisato che non farà fede il timbro dell’ufficio postale di spedizione.
Per l’anno in corso, valutate le ricadute economiche che le produzioni cinematografiche hanno nel territorio e considerato il budget disponibile, si ritiene di destinare la somma di € 600.000,00 per il sostegno alla produzione e di € 70.000,00 per lo sviluppo dell’industria cinematografica e audiovisiva con sede in Veneto.

Documenti scaricabili:

- Deliberazione della giunta regionale: DGR_708_15032010.pdf

- Regolamento (allegato A): DGR_708_15-03-2010_AllegatoA.pdf

- Bando (allegato B): DGR_708_15-03-2010_AllegatoB.pdf

Per ulteriori approfondimenti:

http://www.regione.veneto.it/Bandi+Avvisi+Concorsi/Bandi/Fondo+Regionale+Cinema+e+Audiovisivo.htm

I Love Colli Berici - un romanzo pronto per essere trasformato in un film

Da una guida turistica a un romanzo il passo, in fondo, è breve. E così, l’idea originaria del presidente e del consigliere delegato del consorzio Vicenza è, Dino Secco e Vladimiro Riva, di pubblicare una guida dettagliata sui Colli Berici è stata trasformata da Marino Smiderle, giornalista del Giornale di Vicenza, in un racconto intrigante, i cui capitoli si dipanano nelle vie, nei fiumi, nelle piazze, nelle ville, nei colli, appunti, di tutti quei comuni che fanno parte del comprensorio dei Berici. Ad arricchire la storia narrata ci ha poi pensato Cesare Gerolimetto, con le sue splendide fotografie.
Il romanzo, "I love Colli Berici", edito da Teamwork Rimini, grazie all’intervento di Vicenza è, per i tipi della Tipografia Campisi, è stato presentato ieri nella sede vicentina del consorzio turistico.
La storia prende le mosse da un atterraggio di fortuna al Dal Molin. A bordo c’era un lord inglese originariamente diretto in Toscana, in quello che Oltremanica chiamano Chiantishire. Per caso, dunque, si imbatte in quella meraviglia poco pubblicizzata che sono i colli Berici e, da quel momento in poi, la sua esistenza subirà diversi scossoni, a cominciare da un malandrino colpo di fulmine per finire in un intrigo internazionale.
Ce n’è per tutti i gusti, con il fascino dei colli Berici a fare da magico sfondo.
Il libro è in vendita presso l'ufficio Iat in Piazza Matteotti.

L'invito di Vicenza Film Commission, rivolto ai produttori cinematografici, è quello di trasformare questo romanzo in un film: la trama è intrigante, le location bellissime...

6/4/2009

A Vicenza si girerà la più importante produzione cinematografica di Bollywood realizzata in Italia

Iniziano domani le riprese a Vicenza di "INCREDIBLE LOVE", la più importante produzione cinematografica di Bollywood realizzata in Italia grazie all'iniziativa di Vicenza film commission.
La produzione cinematografica indiana propone ogni anno da 1000 a 1300 nuovi film, che non vengono più prodotti solo a Bollywood (cioè a Mumbai), ma in quasi tutti gli stati indiani per cui si parla già di Tollywood, Kollywood ecc.
Ogni anno circa il 30% dei film indiani vengono girati all'estero, dalle Filippine all'Australia, ma anche in Svizzera e recentemente in Tirolo, nonostante l'India sia ricca di catene montuose.
 "Abbiamo approfondito  - precisa Vladimiro Riva di Vicenza è -  verificando che il paese europeo che, dopo la Gran Bretagna, ospita  il maggior numero di turisti indiani è proprio la Svizzera e abbiamo allora ritenuto che il sistema migliore di marketing territoriale, e meno costoso, sia rappresentato da una produzione cinematografica che riprenda location locali."

Kambakkht Ishq a Villa Cordellina Lombardi - Vicenza Film Commission

Leggi tutto: A Vicenza si girerà la più importante produzione cinematografica di Bollywood realizzata in Italia

Calendario 2008-2009

Di solito i calendari del cinema riportano immagini delle attrici più note, invece in questa occasione un nuovo calendario, che curiosamente parte da marzo per finire a febbraio 2009, riporta alcune scene di set che hanno visto il vicentino come location. E' frutto del lavoro di Vicenza film commission, sezione del consorzio Vicenza è, che ha voluto uscire con il calendario in un momento non inflazionato da tanti prodotti simili.

Vicenza si presenta come terra di cinema e si possono trovare immagini di "Senso" di Luchino Visconti, di "Ultimo minuto" di Pupi Avati, de "Il Prete Bello" di Mazzacurati, di "Sognando l'Africa" con Kim Basinger, di "Primo amore" di Garrone, dell'ultimo "Casanova", de "Il Santo" di Bellucco, del coreano "Only you" e dell'indiano "Pensiero profondo", di "Still life" e "Miss Take" con Ulisse Lendaro, di "Don Giovanni" di Losey e di "Lascia perdere Johnny" di Bentivoglio.

Accanto alle immagini il calendario riporta 33 date di appuntamenti italiani e internazionali utili per le film commission e per i mercati dell'audiovisivo, alcuni dei quali saranno presi in considerazione per proporre il film-documentario "I Palladiani" realizzato da Vicenza film commission in occasione dei 500 anni della nascita di Palladio.

Dovrebbe mancare solo un appuntamento, quello di Cineshow che si svolgerà al Lingotto di Torino dal 18 al 20 novembre, un salone professionale le cui informazioni sono uscite dopo che il calendario era già stampato.

Il calendario viene diffuso presso tutti gli operatori dell'audiovisivo per promuovere il vicentino come location.

Le copie che rimarranno sarà possibile prenotarle presso gli Iat della Provincia in piazza Matteotti e in piazza dei Signori a Vicenza e saranno distribuiti a spedizioni concluse, una copia sola per volta, rispettando l'ordine di prenotazione.

Cerca nel sito

Dove siamo

MappaVicenzaItalia-small

Traduttore automatico

Italian French German Hindi Portuguese Russian Spanish

Chi è online

Abbiamo 46 visitatori e nessun utente online

vicenza-e-cuore-del-veneto

vicenza-patrimonio-unesco

Visita www.vicenzae.org,
il portale turistico di Vicenza
e della sua provincia.

Contattaci

Consorzio Turistico Vicenza è
Via Montale 25, 36100 Vicenza - Italy

Telefono: +39 0444 99 47 70
Fax: +39 0444 99 47 79

Web: www.vicenzafilmcommission.com

Pagina Facebook